Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

L’aumento delle allergie e delle intolleranze
Fino a qualche anno fa non c’era un gran numero di allergie e neppure un gran numero di individui che ne fossero colpiti. Con il trascorrere del tempo, si è verificato un aumento considerevol…

Allarme drunkanoressia PDF Stampa E-mail
Moda e tendenze - Moda e tendenze
Scritto da Luisa Cocco   
Mercoledì 30 Giugno 2010 15:08

Si chiama Drunkanoressia l’ultima tendenza scoppiata tra le giovani teen-agers americane disposte a digiunare fino a 48 ore pur di assumere grandi quantità di alcolici senza ingrassare. Sebbene il termine non sia stato ancora riconosciuto dalla medicina ufficiale, la drunkanoressia sta rischiando di diventare una vera e propria patologia come attesta il numero sempre più crescente di casi clinici. Un fenomeno allarmante sul quale di recente ha puntato i riflettori anche il New York Times con un articolo che ha avuto grande risonanza un po’ in tutto il mondo. Si tratta di un complesso disturbo alimentare al quale si unisce quello dell’alcol in un binomio pericolosissimo per la salute del nostro organismo: la volontà di dimagrire, infatti, non è fine a sé stessa come nell’anoressia normale ma è funzionale all’assunzione di bevande alcoliche. E considerato l’alto apporto calorico di un cocktail digiunare diventa necessario per queste giovani donne che vogliono divertirsi senza troppi problemi per la linea: non consumando cibo durante tutta la giornata possono, infatti, bilanciare le calorie che ingurgiteranno la sera sotto forma di alcolici.

Ossessionate dall’idea di un corpo perfetto, le drunkanoressiche preferirebbero morire di fame piuttosto che rinunciare alla libertà di bere perché è soltanto nell’alcol che esse credono di trovare  l’approvazione dei loro coetanei maschi. Bere per piacere è questa dunque l’illusione che spinge una ragazza su tre ad assumere con leggerezza un tale quantitativo di sostanze alcoliche pur di apparire bella e spassosa, senza considerarne le conseguenze. I rischi per la salute, infatti, sono numerosi e non differiscono molto da quelli dell’anoressia: osteoporosi, alterazioni cardiache e amenorrea sono tra i sintomi più frequenti. A questi ultimi poi si devono aggiungere quelli non meno gravi derivanti dal consumo di alcolici, specie se a digiuno: neuropatie, tremori, danni al fegato e al cervello.

Il fenomeno che ha messo in allarme medici e famiglie di tutta l’America è ancora limitato in Italia ma non è da escludere che presto possa diffondersi anche da noi. Un problema che al di là delle misure restrittive si può affrontare solo con la prevenzione educando gli adolescenti alle conseguenze negative che comportamenti alimentari scorretti o l’uso smodato di alcolici possono avere sulla nostra salute psicofisica. Ma forse sarebbe anche il caso di interrogarsi sul rapporto malato che molte donne vivono con il proprio corpo nell’attuale società dei consumi perché è lì che si può e si deve rintracciare l’origine di queste patologie. Da oggetto sessuale a prodotto da esibire questo è il corpo femminile così come ce lo propongono quotidianamente immagini televisive e cartelloni pubblicitari: non c’e da stupirsi quindi che le più giovani vogliano adattarsi a questi stereotipi nell’illusione di una femminilità perfettaanche a costo della propria vita.    

Luisa Cocco

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Giugno 2010 16:42
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia

Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2019 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner