Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

Cala Gonone: inaugurato l’Acquario più grande della Sardegna
Un investimento da cinque milioni di euro, venticinque vasche espositive, un centinaio di esemplari di fauna e flora marina mediterranea e tropicale e una struttura architettonica di bassissimo …

Ogm:governi europei liberi di scegliere PDF Stampa E-mail
Agricoltura - Agricoltura
Scritto da Luisa Cocco   
Mercoledì 14 Luglio 2010 13:47

La superficie di terra coltivata ad Ogm in Europa è diminuita del 12% in un anno e dopo il divieto posto dalla Germania si sono ridotti a 6 i paesi che coltivano organismi geneticamente modificati (Ogm). Sono sufficienti questi dati a spiegare “l’inversione di marcia” che ha portato la Commissione Europea a modificare l’assetto normativo vigente in materia consentendo a ciascun Paese membro la libertà di decidere in merito alla loro coltivazione. Sull’argomento si combatte da anni una battaglia a tutto campo anche in Italia: se da una parte, infatti, scienziati come Umberto Veronesi negano che gli Ogm possano essere un pericolo per la salute, dall’altra invece ambientalisti e consumatori si schierano contro sottolineando il rischio di un agricoltura industriale e a monocoltura, schiava delle multinazionali. 

I documenti che compongono il pacchetto OGM presentato dalla Commissione Europea sono essenzialmente tre: una comunicazione di carattere generale sul futuro degli Ogm in Europa che si concentra proprio sul tema della libertà per i governi dell’UE di decidere in ordine alla loro coltivazione; una raccomandazione, destinata a sostituire quella esistente, in materia di coesistenza tra colture tradizionali, biologiche e OGM che contiene regole maggiormente restrittive al fine di evitare ai Paesi membri la presenza involontaria di Ogm nei loro raccolti. E infine un regolamento di modifica della direttiva 2001/18/CE che, inserendo in essa una nuova disposizione, sancisce la possibilità per i Paesi membri di adottare misure volte a restringere o proibire la coltivazione di tutte o di una sola varietà di OGM purché tali misure non siano giustificate da ragioni che non riguardano la valutazione di effetti negativi sulla salute e sull'ambiente. 

Un’iniziativa quella comunitaria che assume un duplice significato perché se da un lato pone gli Stati membri di fronte alla proprie responsabilità, dall’altro permette alle autorità nazionali, regionali o locali di dare voce alla volontà dei produttori e dei consumatori in materia di coltivazione. “Una svolta storica - sottolinea la Coldiretti commentando positivamente la proposta presentata a Bruxelles- con cui la Commissione Europea risponde alle crescenti perplessità sull’argomento Ogm”. Sono molti, infatti, i cittadini europei che si sono espressi contro gli ogm come confermano i risultati dell'ultima indagine annuale Coldiretti-Swg, dai quali emerge che per il 72% degli italiani i prodotti contenenti organismi geneticamente modificati sono meno salutari di quelli tradizionali. Ma al di là dei rischi per la salute e l’ambiente, questo tipo di agricoltura non rappresenterebbe neppure un vantaggio di natura economica: “Secondo i dati- precisa la Coldiretti – la coltivazione OGM in Europa riguarda solo il mais, la cui superficie coltivata si è drasticamente ridotta da107.719 ettari a 94.750 ettari, pari molto meno dello 0,001 per cento della superficie totale di 160 milioni di ettari coltivati in Europa. Senza contare che sono già molti gli Stati che appellandosi a ragioni di sicurezza sanitaria e ambientale hanno bloccato l’uso e la commercializzazione degli Ogm”. 

Luisa Cocco

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 15 Luglio 2010 09:15
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia

Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2019 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner