Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

Scoprendo Arisa
Rosalba Pippa, in arte Arisa, è sicuramente nel suo anno migliore. Il successo indiscusso del suo ultimo album, Amami, nella classifica - fin dal suo lancio- degli album più venduti, ha consac…

Da oggi la biospesa è anche on-line PDF Stampa E-mail
Agricoltura - Agricoltura
Scritto da Luisa Cocco   
Mercoledì 08 Dicembre 2010 15:28

Lontana dall’essere soltanto una moda passeggera o una tendenza per  gli integralisti della salute, l’alimentazione biologica è  una frontiera che molte persone, uomini e donne, stanno attraversando, decisi a non tornare indietro. Sono sempre più numerose, infatti, le famiglie italiane che hanno fatto questa scelta non solo alimentare ma anche etica, perché non dimentichiamo che mangiare sano fa bene anche al pianeta. Non a caso, risulta che soltanto nel 2010 i consumi bio siano cresciuti del 9 per cento, almeno secondo quanto riporta l’Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare. Peccato, però, che molti di questi prodotti al supermercato costino tanto e che non tutti abbiano il tempo di andare a comprarli in campagna direttamente dal produttore. Come conciliare allora gli impegni della propria giornata con la volontà di fare acquisti responsabili? La soluzione migliore potrebbe essere, ad esempio, quella di trovare la propria spesa direttamente sul pianerottolo di casa: una vera e propria attività di consegna a domicilio, insomma, come quella che hanno genialmente ideato alcune aziende biologiche del nostro territorio.

Insoddisfatti della vendita attraverso i canali tradizionali, sono davvero tanti gli agricoltori e gli allevatori che hanno inventato nuovi canali di distribuzione per rilanciare la qualità dei loro prodotti. E in questo senso la tecnologia ha offerto loro grandi possibilità: non si contano più, infatti, i siti specializzati nella vendita on-line, dove con pochi click è possibile mettere dentro al carrello virtuale tutti gli ortaggi che desideriamo acquistare. Tra le aziende più conosciute sul web c’è la Bioexpress: nata dall’iniziativa di un gruppo di produttori dell’Alto Adige, questa azienda è stata tra le prime in Italia a offrire al consumatore un servizio di questo tipo, con un record di 4.000 richieste settimanali. Basata sul principio della filiera corta, la spesa biologica on-line consente inoltre di risparmiare notevolmente: annullando una serie di costosi passaggi, chi produce e consegna riesce così a tenere i prezzi più bassi del 20 per cento. Una percentuale importante, senza contare che passando direttamente dal produttore al consumatore, frutta e verdura arrivano subito, quindi sono più freschi e al meglio delle loro qualità nutritive. Ma oltre a proporre un modello di vita più sano e naturale, l’obiettivo della spesa biologica è anche quello di inquinare meno evitando che i cibi facciano dei giri incredibili prima di arrivare a noi. Acquistare on-line solamente prodotti di stagione e rigorosamente prodotti in loco dalle aziende più vicine a casa nostra non contribuisce, infatti, solo al nostro benessere ma anche quello dell’ambiente accorciando le distanze spesso kilometriche che dividono produttori e consumatori.

Tra i vantaggi del ricevere direttamente a casa ortaggi e frutta di stagione vi sono inoltre la possibilità di riappropriarsi della tipicità dei prodotti, nonché la riscoperta del passato attraverso i sapori di una volta. Perché se è vero come diceva Feuerbach che “noi siamo quello che mangiamo”,     mangiare sano non vuol dire solo rispettare i ritmi e gli equilibri della natura, ma anche ritrovare nella genuinità di un prodotto i ricordi non troppo sbiaditi della nostra infanzia. Essere vincolati alla stagionalità e poter scegliere prodotti che difficilmente si trovano sugli scaffali dei supermercati è inoltre anche un modo per allargare i propri orizzonti alimentari, ad esempio, attraverso la sperimentazione di sapori antichi e nuovi. Se fino a qualche anno fa, dunque, la spesa online sembrava un servizio destinato esclusivamente a una clientela di geek pigri, solitari e restii ad uscire di casa, ora le cose sono decisamente diverse: fare la spesa online sembra faccia bene alla salute, al pianeta e anche al portafoglio.

Luisa Cocco

Ultimo aggiornamento Venerdì 10 Dicembre 2010 16:05
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia

Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2019 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner