Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

Lingua Blu
Numerose specie di animali sono colpite da gravi malattie, che se non sono prese in tempo, provocano degli effetti negativi anche sull’Uomo. La Lingua Blu appartiene a questa categoria di dist…

Spose lesbiche per l'Alta Moda romana PDF Stampa E-mail
Moda e tendenze - Moda e tendenze
Scritto da margherita sanna   
Mercoledì 13 Luglio 2011 15:58

Segno dei tempi che cambiano o pura provocazione? È questo l'interrogativo che ci si pone all'indomani della discussa sfilata di Giada Curti a Roma, dove ha presentato la sua collezione Autunno/ inverno 2011/2012. Giovane e intraprendente la stilista, che ha debuttato l'anno scorso sempre a Roma nell'AltaRoma Alta Moda come stilista emergente, ha uno stile molto femminile con ampi volumi, e costruzioni stilistiche improntate sugli abiti da sposa. Ultime a sfilare: una coppia di spose lesbiche. Lei, la femme, abito di seta bianco, maniche lunghe a guanto, contornate di pizzo chantilly ricamato, scollo a V sulla schiena. L'altra, la butch, doppiopetto e abito di taglio maschile nero. Scendono sulla rampa Mignanelli in Campidoglio, tenendosi per mano, belle ed eleganti, consapevoli che stanno innovando la storia delle sfilate. Loro, le prime modelle ad interpretare una coppia lesbica. Segno dei nuovi tempi per la deputata del Pd Paola Concia, presente alla sfilata insieme alla compagna. La moda si reinventa adattandosi alla modernità, prima delle leggi, o forse proprio in onore di quelle leggi, approvate oltreoceano, ma non qui (vedi approvazione il 25 giugno, a New York, dei matrimoni fra omosessuali). Certo, desta stupore una coppia di spose così. La coppia è un omaggio alla pittrice polacca Tamara de Lempicka, famosa oltre che per i suoi quadri, opere d'arte esposte nei musei di tutto il mondo, anche per la sua bisessualità dichiarata. A Roma, a partire da Marzo, è presente una mostra proprio in suo onore: Tamara de Lempicka, la regina del moderno. Aperta fino al 13 luglio al Complesso del Vittoriano, ha potuto far ammirare quadri sconosciuti dell'artista, originali e inediti, come le sette tele che l'attore Jack Nickolson regalò alla sua fidanzata, innamorata delle capacità artistiche della pittrice; i nudi femminili, che l'hanno fatta divenire tanto famosa da meritarsi il titolo di madre dell'iconografia erotica femminile. Come dimenticare del resto la sua Rafaela su fondo verde, o il suo Nudo con grattacieli del 1930? Non si può. Ed ecco qui a Roma, nella terra del Papa tanto avverso a pacs e che dico si voglia, una sfilata con due spose lesbiche. Verrebbe da chiedersi perché una porti i pantaloni e l'altra l'abito, non potevano portare entrambe l'abito o il tailleur pantalone? Ancoraggio alla tradizione in tanta trasgressione o vera convinzione che una coppia di donne avrebbe proprio scelto quello?

Margherita Sanna

Ultimo aggiornamento Mercoledì 13 Luglio 2011 16:14
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia

Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2019 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner