Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

Accordarsi prima del matrimonio
Molte coppie, prima di fare il grande passo, decidono di ricorrere a un accordo prematrimoniale. Sentono il bisogno di tutelarsi da eventuali problemi che potrebbero nascere in futuro. Si stipul…

Continuità Territoriale: pronto il protocollo d’intesa tra RAS e Ministero PDF Stampa E-mail
Italia - Italia
Scritto da Flavia Attardi   
Giovedì 15 Aprile 2010 01:00

Presto i sardi avranno una nuova Continuità Territoriale. Il protocollo d’intesa fra il presidente Cappellacci e il ministro Matteoli ridefinirà le regole del trasporto aereo sulle principali direttrici nazionali. L’iter procedurale che porterà alla pubblicazione del bando di gara per l’assegnazione delle rotte è dunque avviato. Il passo istituzionale della firma attesa nei prossimi giorni è molto importante per il presidente della Regione Sardegna e per la sua Giunta. L’obiettivo dichiarato è quello di una Continuità Territoriale più ‘fluida’, come sottolineato questo pomeriggio in conferenza stampa dall’assessore ai trasporti Lorettu.Con le risorse stanziate in base alla Legge Regionale n. 10 del 13 aprile 2010, si punta ad aumentare le garanzie per i sardi e ridurre la disparità di trattamento tra i residenti in Sardegna e i cittadini italiani ed europei. La forbice tariffaria che ora divide i residenti dai non residenti è, secondo l’assessore Lorettu, un ostacolo allo sviluppo del turismo e dell’imprenditoria. Il regime attuale, infatti, fissa una tariffa massima per i residenti ma non pone limiti di prezzo per i biglietti dei non residenti che arrivano a pagare cifre molto alte per biglietti di sola andata da e per la Sardegna. Questo contesto non favorirebbe gli investimenti nella nostra Regione, anzi, li frenerebbe. Il nuovo modello di continuità territoriale senza tariffa ‘libera’, nelle intenzioni di Cappellacci, riequilibrerà i diritti dei cittadini e la loro libertà di movimento.

 

 

Anche se le tariffe per i residenti potrebbero risultare più basse di quelle attuali, evidenzia Lorettu, lo scopo primario della Regione è quello di fissare nuovi parametri per il servizio pubblico e monitorare il loro rispetto da parte delle compagnie aeree. Oltre alle nuove griglie tariffarie (che saranno flessibili in modo da consentire aumenti ma anche ribassi in ragione della variazione dei costi del carburante), la Giunta punta ad una maggiore tutela dei viaggiatori senza disparità tra sardi e non sardi, tra residenti e non residenti.

Massima attenzione verrà data al trasporto dei malati (e in modo particolare dei barellati), al rispetto degli orari, delle fasce orarie e al numero di voli disponibili sulle varie tratte. Per la prima volta il compito di controllare spetterà oltre che ai funzionari ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile) anche ai funzionari regionali che verificheranno, così recita il comunicato stampa, “la corretta osservanza degli oneri e delle convenzioni”. Per effetto delle nuove regole, anche i sardi emigrati dovrebbero beneficiare delle tariffe ridotte.

Attualmente le convenzioni stipulate con le compagnie aeree sono scadute e si opera in regime di proroga. Se tutto procederà secondo i piani della Giunta Cappellacci, dal prossimo novembre chi viaggerà in aereo da e per la Sardegna dovrà dunque attendere più di una novità.

Flavia Attardi

Ultimo aggiornamento Venerdì 16 Aprile 2010 12:25
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia

Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2019 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner