Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

The Fake Project: smascheriamo insieme i falsi Followers
Cari Twitteriani (o twitteristi?) di tutto il mondo, vi siete mai chiesti se i vostri “Followers”, coloro che seguono il vostro profilo su Twitter, siano reali e umani? Niente paura, non mi …

La Cinquantottesima vittima PDF Stampa E-mail
Italia - Italia
Scritto da Margherita Sanna   
Mercoledì 30 Maggio 2012 11:54

È morta a Piacenza Kaur Balwinder. Una donna indiana di 27 anni, sposata in un matrimonio combinato con un altro indiano, Singhj Kubir, 36 anni, operaio in un’azienda agricola di Fiorenzuola d’Arda. Lei, giovane, con tanta voglia di vivere, prima d’incontrarlo studiava e lavorava, aveva la patente, conduceva una vita normale. Poi il matrimonio. L’arrivo della madre di lui a vivere con loro. L’inizio delle liti. Continue, pressanti. Kubir voleva che sua moglie non vestisse all’occidentale. Ben presto le aveva venduto l’auto, impedito di lavorare, e aveva preteso da lei che si spostasse solo per andare al tempio. Ma anche questo non era stato sufficiente. Rimasta incinta per la seconda volta (la coppia aveva un bimbo di 5 anni), Kaur Balwinder era stata accusata di relazioni extraconiugali. Per Kubir quel figlio non era suo. Da lunedì 14 di Kaur Balwinder erano sparite le tracce. Si era allontanata da casa a causa delle liti? Era stata rapita? Fitte le ricerche della polizia fino all’atroce verità: Kubir ha ucciso la moglie. Per gelosia, afferma lui nell’interrogatorio – confessione. Il ritrovamento del cadavere sulle rive del Po è stato determinante. Gli uomini del Nucleo Investigativo, diretti dal sostituto procuratore Antonio Colonna, hanno condotto le indagini con rapidità e decisione. Dopo il ritrovamento del cadavere il 29 Maggio hanno messo sotto pressione il marito, avendo capito che “i conti non tornavano”, e infatti, dopo ore di interrogatorio, la verità. Secondo il racconto di Kubir la mattina del 14 Maggio era iniziata l’ennesima lite fra i coniugi. Lui l’aveva colpita, lei l’aveva incitato a proseguire, provocandolo. Lui aveva perso la testa, così, preso un foulard l’ha strangolata. E, dopo averla avvolta in un lenzuolo, l’avrebbe caricata sulla sua Ford Focus e scaricata sulle rive del Po. Non un abbandono del cadavere – a detta del suo avvocato- ma una sepoltura secondo il rito indiano. Molti interrogativi restano irrisolti sulla vicenda, a cominciare dalla presenza o meno di complici fino alla dinamica del delitto. Nei prossimi giorni si saprà qualcosa di più dopo gli accertamenti del medico legale. Kaur è l’ennesimo caso di donna uccisa da un uomo. A fine aprile – in soli 4 mesi – si era arrivati a quota 54. Con Kaur siamo a 58 donne uccise da uomini dall’inizio dell’anno. E oltre le donne morte ci sono quelle che restano in vita, ma con i segni delle violenze subite, com’è successo nel Salerno lunedì: una donna di 53 anni è stata sfregiata dal marito con l’acido muriatico. La sua colpa? Voleva separarsi. Il femminicidio è trasversale, tocca tutte le culture, si interseca in una battaglia fra i sessi che vede gli uomini sempre più come antagonisti, in una lotta all’ultimo sangue. Mai come oggi le donne, in apparenza così emancipate, appaiono fragili dinanzi alla violenza maschile. I numeri parlano chiaro: dal 2005 al 2010 sono state assassinate 650 donne, solo il 4% da sconosciuti, il resto si dipana nelle dinamiche familiari. Dati allarmanti che devono imporre una serie riflessione, e un’opera di prevenzione. Bisogna chiedersi come aiutare queste donne, ma soprattutto come aiutare gli uomini che le circondano, evidentemente in preda a dei disagi, che purtroppo si concretano in atti di violenza. E bisogna farlo ora, subito.

Margherita Sanna

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 01 Giugno 2012 11:51
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia

Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2019 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner