Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

I nuraghi di Torralba
Il signor Augusto Mulas, agrotecnico di Ozieri  con una spiccata vena per l’archeologia, autore del libro “Ipotesi sull’utilizzo dei Nuraghi”, sostiene di aver fatto una scoperta straor…

Archeologia proibita (parte IV) PDF Stampa E-mail
Mistero - Mistero
Scritto da Andrea Governi   
Lunedì 27 Maggio 2013 00:00

Storia da riscrivere. In questi ultimi anni capita sempre più spesso che alcuni fatti storici vengano messi in discussione relativamente alla logicità o alla veridicità. Sembrerebbe che avvenimenti del passato degni di essere catalogati negli annali per essere poi tramandati alle generazioni future, siano frutto di artifici dietro ai quali si celano motivazioni economiche e di opportunità.

 

 

Un caso particolare di storia incongruente  viene illustrato nel libro “ Spedizioni nell’altro passato”  il cui autore Zecharia Sitchin, in questo e negli altri suoi saggi, spiega come i miti e le storie di culture lontane tra loro sia in termini cronologici che spaziali, mostrino similitudini sconcertanti tanto da far dubitare sulla veridicità delle  notizie storiche in merito ad essi. Sembrerebbe quasi che la storiografia abbia subito una manipolazione ad hoc per nasconderci qualcosa che non  è dato conoscere!
La scoperta imbarazzante su cui ancora oggi si tende a sorvolare, riguarda quanto ritrovato in Messico in un sito archeologico: un elefantino giocattolo. Il reperto sarebbe stato esposto per diverso tempo nel museo archeologico di Jalapa; la galleria espone unicamente reperti ritrovati nelle zone limitrofe, dove si sviluppò la civiltà Olmeca.
I problemi nascono già nella datazione sulle origini dell’ antica civiltà. Dottrina autorevole reputa quella degli Olmechi  la civiltà più antica di Mesoamerica, levando quindi il primato ai Maya e agli Atzechi. Ciò crea senza dubbio riluttanza perché il sentimento nazionale messicano considera queste ultime due civiltà come lo specchio dell’identità popolare, levar loro il primato crea indubbiamente imbarazzo.
Il turbamento cresce nel momento in cui ci si deve scontrare con un’altra verità: gli Olmechi non erano una popolazione autoctona, ma venivano dal mare, precisamente dall’Etiopia. Lo dimostrerebbero i caratteri somatici delle grandi sculture ritrovate, soprattutto le mastodontiche teste scolpite sulla pietra scoperte nei venti siti venuti alla luce sulla costa del Golfo del Messico.
Sarebbe contradditorio con la storia affermare che molti secoli prima di Cristoforo Colombo dei popoli abbiano solcato i mari per approdare in America.
Tuttavia l’ipotesi che popoli provenienti dal vecchio continente ( tra questi per esempio gli Scandinavi) si insinua sempre di più nelle menti e nelle penne di coloro che prendono in considerazione l’analisi di nuovi reperti storici e le analogie etnografiche e mitologiche tra civiltà ormai estinte ed altre ancora persistenti nel nuovo mondo. In alcune isolette del Golfo del Messico spuntano dal terreno tumuli antichi a forma piramidale, geroglifici e figure umane e umanoidi rassomiglianti a reperti Egizi! Ma non dimentichiamoci dell’elefantino giocattolo: in America non esistono gli elefanti, chi lo scolpì per forza avrebbe dovuto vederne uno in Africa o in Asia. Come mai l’elefantino non è stato più esposto al museo di Jalapa? Quando l’autore del libro da cui questo aneddoto è raccolto si recò per la seconda volta al museo e chiese spiegazioni sull’assenza del reperto i responsabili gli risposero che era stato prestato a chissà quale altra galleria! Perché farlo sparire? Per i succitati motivi di orgoglio nazionale? Per non sottrarre il primato a Cristoforo Colombo?
O forse perché sarebbe sconcertante dover ammettere un collegamento tra Egitto ( il legame storico e territoriale tra egizi ed etiopi è stato fortissimo) e America?
Forse è inutile nascondere la polvere sotto il tappeto..tanto prima o poi viene in superficie!


Ultimo aggiornamento Venerdì 31 Maggio 2013 11:35
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia

Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2019 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner