Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

Pausa pranzo
Quando si lavora lontano da casa e si ha poco tempo da dedicare al pranzo, la maggior parte delle persone mangia dove capita. Alcuni optano per un ristorante, sia perché possono permetterselo e…

Gli italiani rinunciano alla qualità PDF Stampa E-mail
Economia - Economia
Scritto da Valentina Locci   
Giovedì 22 Agosto 2013 10:32

Meno qualità nel cibo e nei servizi. Questa è la tendenza tutta italiana che emerge da un’indagine basata sui dati semestrali rilevati da Coop Italia nei super e ipermercati di grande distribuzione. Gli italiani comprano meno e sono sempre alla ricerca dell’offerta, dello sconto, del prodotto volantino. Fare la spesa è diventata una corsa al risparmio, ossessiva, totalizzante e paralizzante.

 

 

I prodotti maggiormente interessati dai tagli sono il vino e l’olio d’oliva, tendenzialmente costosi, che hanno subito una forte flessione, rispettivamente del -9,6% e -10,0%. Crollano significativamente anche i consumi di frutta e verdura (-3,3%), surgelati (-2,8%), carne (-2,2%), ma anche bevande (-5,0%), merendine (-4,2%), cibi confezionati e latte (-1,5%), ritenuti quasi “beni di lusso”. La carne arretra a favore del pesce, vincono i prodotti fatti in casa, vero boom dei prodotti salutistici e di bibite quali thè, tisane e integratori. Il tutto in un contesto di diminuzione degli acquisti rispetto alla prima metà del 2012 del 2%. Maura Latini, Direttore Generale di Coop Italia, ha commentato questo trend così: “Siamo ormai ben oltre alla rinuncia del superfluo”. Ciò significa che se prima gli italiani a tavola rinunciavano a prodotti costosi come il pesce fresco, i crostacei, i molluschi, filetti e carpacci, frutta di stagione e esotica, adesso tagliano su beni di prima necessità; il cibo che si trova sulle nostre tavole tutti i giorni, non solo in quelli festivi. Ha aggiunto ancora: “Le modifiche ai consumi di questi ultimi anni stanno diventando strutturali”.  Il carrello della spesa è vittima della spending review, come sostiene Confindustria, dati alla mano relativi al bilancio familiare. La spesa media annua nel 2012 è scesa a 26100 euro, con un taglio di 3660 euro rispetto al 2007; nel corso di cinque anni è sparito un mese e mezzo di consumi.

Le famiglie italiane oberate dalla crisi economica cercano di far quadrare i conti partendo dalla tavola; non più lusso, sfarzo, sfizi e vizi, ma frugalità, umiltà e parsimonia. E’ la rivincita del miele (+7,2%), dei preparati per dolci (+4,9%), dei biscotti (+3,1%), della farina (+2,1%) e del pesce (+2,0%), di thè e infusi (+1,0%) e infine delle uova (+0,6%). Altro elemento da considerare è il calo del 10% nei gruppi che mettono al primo posto la difesa della qualità di ciò che portano in tavola (dal 74% al 64%). Quelli che sacrificano maggiormente la qualità a tavola sono i Meridionali, e le coppie over 35 senza figli, che un tempo trainavano il settore del “superfluo” o comunque dei prodotti meno essenziali. Conseguenze di questo fenomeno sono il boom dei discount (Har Dis, Lidl, Ld, Euro Spin), dei ristornati self- service e di quelli che adottano la formula “all you can eat”, dove pagando una quota fissa che va da 15 a i 20 euro si può mangiare in abbondanza, senza limiti. In tempi di austerity si fa economia anche in cucina, a tavola, e pensare che gli italiani sono maestri dell’arte culinaria. Inventori della pizza, delle tagliatelle, dei sughi e delle conserve, oggi preferiscono rinunciare alla qualità a favore della quantità. Del resto quando non si hanno i soldi per comprare gli orecchini di diamanti da Tiffany, si può sempre acquistare bigiotteria in qualche bancarella del centro. L’importante è che si indossino.

Ultimo aggiornamento Martedì 27 Agosto 2013 09:23
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia

Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2019 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner