Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

Dopo Facebook, i gemelli Winklevoss tentano la rivincita con SumZero
Il nuovo social network sarà finanziato con parte del risarcimento ottenuto nella causa contro Zuckerberg per il plagio di Facebook. C’era da aspettarselo che Cameron e Tyler Winklevoss ci ri…

Gli effetti delle punture di insetti PDF Stampa E-mail
Scienza - Scienza
Scritto da Sara Atzori   
Lunedì 08 Dicembre 2014 09:36

Stare all’aria aperta è importante per sentirsi bene sia fisicamente che psicologicamente. Però, è bene stare attenti a ciò da cui si è circondati, perché esistono moltitudini di insetti innocui, ma altrettanti pericolosi a causa delle punture da essi provocate.

Quando un insetto punge lo fa o per autosostenersi, prelevando del sangue, o per difendersi da attacchi esterni e, in questo caso, spruzza del veleno. Alcuni insetti si fanno sentire totalmente, in quanto provocano prurito e dolore; altri, invece, agiscono "silenziosamente", poiché i risultati si notano troppo tardi, quando iniziano a comparire arrossamenti anomali e, nei casi più gravi, reazioni allergiche o addirittura febbre alta e shock anafilattico.

Le zanzare rilasciano un segno fastidioso e portatore di prurito. L’unica cosa da fare è attendere qualche giorno per la completa scomparsa. Qualcuno suggerisce anche un rimedio "fai da te" elementare: fare il segno della croce, mediante le unghie, sul punto in cui si è stati colpiti, per alleviare la sensazione di prurito. Nel caso di puntura di vespa, la prima cosa da fare è estrarre il pungiglione per evitare conseguenze peggiori. Creme antistaminiche e ghiaccio sono gli strumenti ideali per rimediare.

La zecca può restare attaccata al corpo o agli indumenti che si indossano e può essere notata e prelevata in tempo se si ha l’accortezza di portare abiti chiari, attraverso i quali è più facile percepirne la presenza. In questo caso, è possibile utilizzare delle pinzette per afferrarla. È bene riuscire nell’impresa, poiché la puntura della zecca provoca febbre, vomito, dolori muscolari e altri sintomi e segni dannosi, come quelli che interessano la Malattia di Lyme – eritema che può facilmente espandersi, febbre, disturbi cardiaci, meningite, perdita della memoria.

Sara Atzori

Ultimo aggiornamento Sabato 27 Dicembre 2014 09:57
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia

Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2019 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner