Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

Ucraina (Chernobyl): un primo passo per contenere le emissioni radioattive
É quasi pronto il nuovo sarcofago che andrà a proteggere il reattore numero 4 della centrale nucleare di Chernobyl. La megastruttura ha visto in questi giorni la realizzazione di un imponente …

Concluso il ritiro delle truppe USA dall’IRAQ PDF Stampa E-mail
Esteri - Esteri
Scritto da Giovanni Toccu   
Giovedì 19 Agosto 2010 14:17

Con dieci giorni d’anticipo rispetto all’annuncio del presidente Obama, le ultime truppe combattenti degli Stati Uniti hanno varcato la frontiera col Kuwait. Secondo quanto riferito dall’emittente NBC il ritiro è stato completato dalla brigata 4/a Stryker, anticipando la data annunciata per evitare di esporre i militari ad attacchi ed imboscate nella fase di ripiegamento. In Iraq rimarranno 50.000 effettivi con compiti di addestramento delle forze locali di sicurezza, militari e civili, mentre non si ha nessuna comunicazione sull’entità degli agenti dei servizi segreti e delle truppe speciali ancora operativi sul terreno.

Termina così ufficialmente per la seconda volta la guerra voluta dal presidente Bush con l’appoggio del fido alleato britannico per distruggere le presunte armi di distruzione di massa di Saddam Hussein in verità mai trovate. La fine dei combattimenti era stata annunciata una prima volta con la famosa frase “Mission Accomplished” pronunciata a bordo della portaerei Lincoln dal presidente statunitense il primo maggio del 2003. Da allora sono passati sette anni che hanno visto la morte di oltre 4.000 militari statunitensi ed alleati nonché di decine di migliaia di Iracheni insorti e civili; un tragico bilancio che sarà impossibile quantificare esattamente.

Le risorse così liberate in Iraq saranno impiegate in un prossimo futuro sul teatro Afgano dove sono attualmente presenti circa 150.000 soldati degli Stati Uniti e della NATO.

L’Exit Strategy portata a termine era stata definita dal presidente Bush nell'estate del 2008 insieme al premier iracheno Nouri al Maliki e ratificata successivamente da Obama con uno dei primi atti della nuova amministrazione.

Secondo un giornalista della Nbc 'embedded' (cioè che viaggia insieme a militari in Iraq) "una volta che tutti questi militari sono usciti dal Paese, l'operazione Iraqi Freedom, quella da combattimento in Iraq, è terminata". I 50.000 soldati ancora presenti in Iraq rimarranno sino al dicembre 2011 in un quadro di stabilizzazione denominato New Down, la Nuova Alba.

Giovanni Toccu

Ultimo aggiornamento Venerdì 20 Agosto 2010 13:32
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia


Warning: file_get_contents(http://oiswww.eumetsat.org/IPPS/html/MSG/IMAGERY/IR108/COLOR/CENTRALEUROPE/index.htm) [function.file-get-contents]: failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.diario24notizie.com/home/modules/mod_weather/mod_weather.php on line 31
Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2019 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner