Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

Neutrini più veloci della luce
“Più veloce della luce”: quello che sino a ieri sembrava soltanto un modo di dire potrebbe diventare presto realtà: a dimostrarlo i risultati clamorosi di un recente esperimento, condotto …

Sardegna, la crisi del comparto ovino PDF Stampa E-mail
Sardegna - Sardegna
Scritto da Luigi Zuncheddu   
Domenica 05 Settembre 2010 09:57

Le Centrali cooperative Legacoop, Confcooperative ed AGCI sono state udite dalla Commissione Agricoltura del Consiglio Regionale della Sardegna e dall’Assessore Regionale dell’Agricoltura, Andrea Prato, in merito alla “Crisi del comparto ovino”. Le Centrali hanno ribadito il ruolo fondamentale ed insostituibile svolto anche in questo settore dalle imprese cooperative e la necessità di un’azione forte da parte di tutta la classe politica regionale a difesa del modello cooperativo che deve poter disporre di strumenti e risorse adeguate alle esigenze attuali; l’impresa cooperativa, a differenza di altre forme imprenditoriali, valorizza il prodotto regionale, ridistribuendo la ricchezza prodotta nel territorio e mantenendo nel tempo occupazione e tradizioni locali.
In merito alla “Stanza di compensazione del latte”, di cui si parla da tempo, le Centrali cooperative ritengono maggiormente incisiva un’azione di rilancio del comparto, incentrata sull’ampliamento ed il potenziamento delle Organizzazioni dei Produttori (O.P.) assieme al finanziamento dello stoccaggio privato per le imprese in difficoltà, senza movimentazione di prodotto e senza creazione di sovrastrutture, con evidenti duplicazioni di costi. 
Sulla stessa linea, le Centrali cooperative ritengono inderogabile che le modeste ricadute economiche dell’intervento previsto dall’Art. 1 del Disegno di Legge all’esame della commissione Agricoltura (4 centesimi al litro di latte fino ad un massimo di mille euro annui per produttore), qualora consentito da Bruxelles, senza alcuna intermediazione, siano rivolte direttamente ai produttori che conferiscono il latte alle strutture appositamente previste dalla legge con la finalità di aggregare l’offerta: le O.P. e le cooperative.
Si tratta di un concetto fondamentale per il quale è necessario definire regole chiare e precise per tutti i produttori, al fine di evitare di alimentare false aspettative e tanta confusione.
Le Centrali cooperative e con loro le oltre 250 imprese cooperative agroalimentari aderenti, che realizzano un fatturato aggregato di oltre 400 milioni di euro e che associano oltre 25 mila imprenditori agricoli, coerentemente con la loro tradizione, hanno confermato alle Istituzioni regionali la totale volontà a collaborare e apportare il proprio contributo per un rilancio forte di tutta l’agricoltura e della cooperazione a vantaggio del bene comune della Sardegna, per il quale si attendono provvedimenti urgenti e concreti.
Le Centrali cooperative Legacoop, Confcooperative ed AGCI chiedono che il Presidente della Regione e l'Assessore Prato prendano urgentemente impegni chiari e precisi nei confronti della cooperazione, ristabilendo un rapporto di dialogo e confronto quotidiano su tutte le questioni che interessano il comparto agricolo in senso lato.

Luigi Zuncheddu

 

L'orologio

Previsioni meteo Italia


Warning: file_get_contents(http://oiswww.eumetsat.org/IPPS/html/MSG/IMAGERY/IR108/COLOR/CENTRALEUROPE/index.htm) [function.file-get-contents]: failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.diario24notizie.com/home/modules/mod_weather/mod_weather.php on line 31
Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2019 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner