Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

Carta stampata vs tablet 1-0
Il magazine online “The Daily”, pensato come alternativa ai quotidiani cartacei, cesserà la pubblicazione il 15 dicembre 2012. Dopo un anno e mezzo dalla sua nascita la News Corp - multinaz…

Depressione post partum: a rischio anche i neopapà PDF Stampa E-mail
Scienza - Scienza
Scritto da Luisa Cocco   
Giovedì 09 Settembre 2010 00:00

La depressione post partum non è più un disturbo soltanto al femminile: anche i neopapà, infatti, possono soffrirne soprattutto da quando su di loro gravano maggiori responsabilità, essendo le donne sempre più impegnate nel mondo del lavoro. E’ quanto emerge da uno studio condotto da un team di ricercatori della Medical Research Council di Londra, dove da anni il fenomeno della depressione maschile post partum è oggetto d’indagine scientifica. Secondo gli esperti, infatti, un padre su cinque proverebbe almeno un episodio di depressione soprattutto nel primo anno di vita del bambino. Le madri resterebbero comunque i soggetti più sensibili: una neomamma su tre manifesta i sintomi della patologia.  

I risultati della ricerca, pubblicati sulla rivista “Journal of the American Medical Association”, fanno riferimento a ben 86.957 famiglie campione il cui stato di salute psichica è stato monitorato tra il 1993 e il 2007. Quello che è emerso è che nel periodo che va dalla nascita di un figlio ai suoi 12 anni, ben 19.286 madri hanno sofferto di un totale di 25.176 episodi di depressione, e 8.012 padri di un totale di 9.683. Il tasso di depressione era del 7,53 per cento l’anno tra le madri e del 2,69 tra i padri. Il periodo più a rischio-si legge nell’articolo- è il primo anno di vita del bambino come testimonia l’alta percentuale di casi di depressione in entrambi i sessi. 

I fattori scatenanti sono molto diversi da quelli della depressione femminile postpartum: a differenze delle donne, nei neopapà infatti il problema non sono gli ormoni ma le forti pressioni psicologiche che l’arrivo di un bambino inevitabilmente comporta. Dalle preoccupazioni economiche al senso di inadeguatezza sono molte le condizioni di disagio che molti uomini vivono con il sopraggiungere della paternità. La mancanza di sonno, le nuove responsabilità e anche i cambiamenti all’interno della coppia sono stati osservati come le cause più frequenti del disturbo. Ma come intervenire? Nel caso delle madri alla terapia farmacologia che, oltre ai rischi di possibili effetti collaterali sul bambino, da sola non è sufficiente a risolvere il problema va associata la psicoterapia. Per quanto riguarda i neopapà invece la ricerca deve ancora fare molti sforzi per migliorare lo screening e l’analisi della depressione nei nuovi padri, in particolare alla luce degli ultimi risultati. Un problema dunque che non va sottovalutato: la depressione paterna, infatti, allo stesso modo di quella materna può avere delle implicazioni molto negative sullo sviluppo emotivo e comportamentale dei bambini. 

Luisa Cocco      

 

 

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 09 Settembre 2010 10:03
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia


Warning: file_get_contents(http://oiswww.eumetsat.org/IPPS/html/MSG/IMAGERY/IR108/COLOR/CENTRALEUROPE/index.htm) [function.file-get-contents]: failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.diario24notizie.com/home/modules/mod_weather/mod_weather.php on line 31
Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2020 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner