Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

Il GFIMS: La Fao lotta sul web contro gli incendi
L’estate è tristemente nota anche per gli incendi, spontanei o dolosi. A dieci anni dalla legge del 4 agosto 2000 che introduceva il reato di incendio boschivo nel Codice penale, l’Italia …

Ciclismo: Contador, dopato o intossicato? PDF Stampa E-mail
Sport - Sport
Scritto da Flavia Attardi   
Giovedì 30 Settembre 2010 14:48

Un altro caso di doping che mette in dubbio le prestazioni di un ciclista. Questa volta si tratta nientemeno che dell’ultimo vincitore del Tour de France, Alberto Contador. Secondo quanto dichiarato dall’UCI (l’Unione Internazionale Ciclisti), lo spagnolo sarebbe stato trovato positivo a una sostanza anabolizzante, il clembuterolo, durante controlli effettuati su campioni prelevati il 21 luglio di quest’anno. Il ciclista ha immediatamente convocato una conferenza stampa a Pinto presso Madrid per smentire categoricamente le accuse di doping che gli costerebbero la conferma della sospensione dall’attività agonistica (ora Contador è sospeso a titolo provvisorio) e lo priverebbero del titolo di vincitore del Tour 2010.

Dopo aver negato di aver assunto sostanze dopanti, Contador ha tenuto a precisare di essere a conoscenza dell’esito anomalo dei controlli dal 24 agosto. La presenza di una quantità minima di clembuterolo nell’organismo del ciclista sarebbe da imputare ad una contaminazione alimentare. Più esattamente, il colpevole sarebbe un filetto di carne spagnolo che Contador avrebbe ricevuto dall’organizzatore della Vuelta. La stessa UCI, da lui informata il 26 agosto, avrebbe trattato il caso come un episodio di intossicazione alimentare, secondo quanto il ciclista ha dichiarato oggi alla stampa.

A rafforzare la tesi sostenuta da Contador, la quantità infinitesimale di sostanza rilevata dall’antidoping: il ciclista non avrebbe potuto assumerne così poca e, anche ammettendo lo avesse fatto, è difficile questa abbia potuto migliorare in maniera determinante le sue prestazioni sportive. Resta tuttavia il fatto che le leggi antidoping, nate per restituire allo sport una credibilità seriamente compromessa dagli scandali degli ultimi anni, vietano l’utilizzo di determinate sostanze che possono essere legate al miglioramento artificiale delle performance in gare e in allenamento.

Se Contador, come afferma, è stato vittima del caso, è giusto che non si metta in dubbio la legittimità delle sue vittorie. Se, invece, dovesse emergere che lo spettro del doping è stato evocato a ragione, bisognerà interrogarsi sull’effettiva possibilità che ogni risultato sportivo sia ‘taroccato’. Dati gli interessi economici in gioco in molti sport, chi può dirsi sinceramente stupito che in tanti ancora provino – e riescano - a farsi beffe delle regole?

Flavia Attardi

Ultimo aggiornamento Sabato 02 Ottobre 2010 10:52
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia


Warning: file_get_contents(http://oiswww.eumetsat.org/IPPS/html/MSG/IMAGERY/IR108/COLOR/CENTRALEUROPE/index.htm) [function.file-get-contents]: failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.diario24notizie.com/home/modules/mod_weather/mod_weather.php on line 31
Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2019 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner