Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

Sanremo 2012: il Festival che non (s)finisce mai
Si è chiuso sabato notte il Festival di Sanremo. La settantaduesima edizione ha decretato vincitrice per la sezione Artisti Emma Marrone, la ventisettenne vincitrice di Amici (nona edizione) ha…

Natale ‘a bolle’ PDF Stampa E-mail
Sociale - Sociale
Scritto da Flavia Attardi   
Giovedì 23 Dicembre 2010 00:00

Si era detto che quest’inverno andavano di moda le righe, non i pois. Qui però si tratta di bolle, non di pois, e più esattamente di bollicine: quelle di champagne, spumante e prosecco che affolleranno le nostre tavole durante le feste ormai imminenti. Le bolle sono di tendenza, è evidente. Dopo un 2009 non proprio esaltante in termini di numeri, il 2010 ha visto i vini frizzanti dilagare sul mercato internazionale con l’Italia sempre più vicina alla Francia nelle statistiche di vendita. Già a metà ottobre una ricerca del CIRVE (Centro Interdipartimentale per la Ricerca in Viticoltura ed Enologia) assegnava la prima piazza nella classifica delle esportazioni ai cugini d’Oltralpe, la seconda al Belpaese e la terza alla Spagna. Se, però, anziché considerare le esportazioni in termini di valore in euro, prendessimo in analisi il volume delle vendite all’estero, l’Italia eguaglierebbe la Francia con circa 240 milioni di bottiglie nei primi sei mesi del 2010. Prosecco e spumante italiano risultano particolarmente graditi in Germania, negli Stati Uniti e in Gran Bretagna, con Russia e Austria in netta crescita.

In casa nostra non c’è assolutamente partita: le bollicine italiane stravincono sul mercato domestico, complici una sempre maggiore attenzione alla qualità e alla presentazione del prodotto. Non c’è nulla di autarchico nel preferire un buon prosecco di Valdobbiadene o un Franciacorta a un blasonato champagne francese perché le aziende vitivinicole italiane sono perfettamente in grado – e non da ieri - di creare vini di grande personalità e fascino. Basta pensare a un’icona come Ferrari che ha visto nascere la sua fama in Trentino per poi imporsi ben al di là dei confini regionali e acquisire lo status attuale di leader del settore.

E’ limitativo credere che il successo dei nostri vini frizzanti sia dovuto al fattore prezzo che, innegabilmente, li ha resi più accessibili degli champagne francesi al grande pubblico. Anche prescindendo dal fatto che una cuvée italiana delle più pregiate arriva a eguagliare (quando non a superare) il prezzo di molti champagne, bisogna prendere atto che ormai anche i ristoranti più quotati non mostrano più nessuna riverenza aprioristica nei confronti dello champagne e lo propongono come e quanto spumanti e prosecchi in abbinamento alla cucina alta e altissima.

Giusto qualche giorno fa, la food editor Licia Granello esortava i lettori a considerare la complessità del mondo dei vini frizzanti dalle pagine centrali dell’inserto domenicale del quotidiano La Repubblica: “Gli champagne sono un’infinità: per tipologia, composizione, provenienza, formula, ricetta”. Quale migliore occasione delle feste per sperimentare accostamenti oltre i consueti salmone, ostriche, caviale e foie gras e marche non troppo commerciali? E’ ancora la Granello a incoraggiarci a gustare bollicine sempre diverse con piatti meno elitari e fare nostra la filosofia di Madame Bollinger della storica casa di champagne francese: tristi o felici, soli o in compagnia, affamati o sazi, che il perlage ci accompagni sempre e comunque. Leviamo i calici all’edonismo e prepariamoci a brindare, il resto può attendere. Forse. Ma non fa poi questa gran differenza una volta a tavola.

Flavia Attardi

Ultimo aggiornamento Mercoledì 05 Gennaio 2011 17:06
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia


Warning: file_get_contents(http://oiswww.eumetsat.org/IPPS/html/MSG/IMAGERY/IR108/COLOR/CENTRALEUROPE/index.htm) [function.file-get-contents]: failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.diario24notizie.com/home/modules/mod_weather/mod_weather.php on line 31
Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2020 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner