Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

“Il giardino di cemento”
“Non ho ucciso mio padre, ma certe volte mi sembra di avergli dato una mano a morire”. Si apre così, con i pensieri più intimi di un giovane adolescente sulla dolorosa esperienza della mor…

Formula1. La Spagna e la resa dei conti PDF Stampa E-mail
Sport - Sport
Scritto da Margherita Sanna   
Giovedì 19 Maggio 2011 08:51

Ci siamo quasi. Rombano i motori, e non solo, in vista del Gran Premio di domenica 22 maggio, che farà tappa a Barcellona. Alonso si dovrà rifare in terra natia dello “schiaffo” morale subito da Vettel un anno fa, quando di fronte al re di Spagna, ad Abu Dhabi, Vettel gli ha soffiato sotto il naso il titolo di campione del mondo. Sembra stimolato Alonso, subisce più pressioni lì a Barcellona, pressioni positive a quanto pare. Ma la prova per la scuderia Ferrari è dura, solo domenica ad Istanbul è riuscita ad aggiudicarsi il terzo posto, ma Vettel è in testa. La sua vettura, i suoi pit stop, il suo team, appare vincente senza ombra di dubbio. Vettel è un pilota che lavora duramente per la messa a punto della sua vettura, spesso fino a tardi – come racconta Adrian Newey, direttore tecnico del team di Red Bull -. Lui è finora il miglior pilota sullo scenario della Formula Uno. Ma non la pensa allo stesso modo qualcun altro in casa Red Bull, Mark Webber infatti non ci sta proprio a stare dietro le spalle di Vettel. Ma in fondo è da una vita che sta là, e sarà molto difficile per lui battere il compagno di team tedesco, il più giovane pilota campione del mondo di Formula Uno. Certo è che la lotta è strenua, ed i due piloti aumentano il prestigio della Red Bull, essendo i primi due della classifica, grazie alle loro macchine – le migliori su pista- certo, ma anche alla loro rispettiva bravura. Domenica scorsa, ad Istanbul, in Turchia, abbiamo visto molte soste nel GP, e qualche pit stop non perfettamente funzionante, alla fine della gara sul podio ai primi due posti c'erano i piloti di casa Red Bull, e al terzo Alonso, Ferrari. Numero record di soste ai box per il gran premio di domenica scorsa. E questa domenica cosa succederà? Alonso promette la vittoria a Barcellona. Ma la gara è aperta. La pista spagnola la conoscono molto bene quasi tutti i piloti perché è quella dei tracciati invernali, il che rende più strenua la lotta dato che tutti conoscono tutti, e capiscono che tattiche possono usare. Curve veloci, un lungo rettilineo e difficoltà nei sorpassi, sono queste le caratteristiche del “fiore all'occhiello” della città. Una vera e propria resa dei conti vedremo questa domenica, e c'è da scommetterci: si vedranno scintille!

Margherita Sanna

Ultimo aggiornamento Venerdì 20 Maggio 2011 10:32
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia


Warning: file_get_contents(http://oiswww.eumetsat.org/IPPS/html/MSG/IMAGERY/IR108/COLOR/CENTRALEUROPE/index.htm) [function.file-get-contents]: failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.diario24notizie.com/home/modules/mod_weather/mod_weather.php on line 31
Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2019 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner