Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

Il pieno in Francia fa risparmiare agli italiani 500 euro l'anno
Fare il pieno in Francia conviene! La benzina in Francia costa meno che in Italia, si può arrivare a risparmiare fino a 500 euro l'anno. Le cifre della benzina, nella regione francese, non supe…

Leggendo Metropolitano dal 2 al 5 Giugno a Cagliari PDF Stampa E-mail
Cultura e spettacolo - Cultura e spettacolo
Scritto da Margherita Sanna   
Giovedì 26 Maggio 2011 15:16

Sullo sfondo di un'assolata terrazza del caffé Libarium a Cagliari, si è svolta ieri la Conferenza stampa per la presentazione del festival Leggendo Metropolitano. “Spesso si dice che in Sardegna non si collabora. E io in tutti questi anni, invece, ho sempre pensato il contrario. In Sardegna si collabora molto, ma quando dietro c'è un'idea”. Ha iniziato così Saverio Gaeta, presidente dell'associazione culturale “Prohairesis”, che dal 2009 organizza a Cagliari il Festival Leggendo Metropolitano. Tema principale di questa terza edizione: Le radici – cartografie del futuro. “Le radici sono al futuro, perché le radici non vanno solo in profondità, quindi nel presente e passato. Le radici vanno in orizzontale, cercano l'humus, il rio, l'acqua, la sopravvivenza. Le radici vanno in cielo. Radici che rappresentano sempre di più il nostro futuro. Se non parliamo lealmente di radici al futuro, non stiamo parlando di radici”. Stessa declinazione dell'anno scorso: le radici nella lingua, come territorio, in cielo, altrove, e versus identità. “È facile dire radici, ed è facile dire identità. Io ho paura di usare la parola identità senza una giusta analisi ontologica ed epistemologica”. Aggiunge Saverio Gaeta, ben conscio della complessità degli argomenti su cui si aprirà il dibattito dal 2 al 5 Giugno nella zona di Castello. Pulman con raddoppiata frequenza per l'occasione (linea 7), in modo che i cagliaritani possano spostarsi agevolmente dal centro alla zona di Castello, avida di parcheggi per automobili. Grazie all'ormai consolidata collaborazione con il Ctm che ha sostenuto Prohairesis fin dagli esordi. Ieri mattina presente anche Stefania D'Arista, responsabile relazioni esterne Ctm Cagliari, che ha spiegato come l'azienda trasporti per l'occasione metterà a disposizione un servizio di bookcrossing all'interno dei mezzi, con i libri del concorso ctm “Parole in corsa” passate edizioni (l'attuale bando scade a settembre 2011). Ma quest'anno di collaborazioni (e non a caso la conferenza stampa è stata aperta su questo tema) ce ne sono diverse: Facoltà di Architettura e quella di Lingue e letterature straniere dell'Università di Cagliari. La prima, già presente nella scorsa edizione del festival, terrà un Laboratorio di Architettura, a cura di Gianni Biondillo, architetto e scrittore milanese, inserito nel progetto “Creative City” della professoressa Cesarina Siddi. “È un progetto che lavora sulla città considerandola un'esperienza emozionale complessa, nella quale la componente collettiva, quindi della cittadinanza, diventa elemento fondamentale per pensare spazi di qualità e architettura di qualità.- dice la docente della facoltà di Architettura nostrana - L'architettura vista come progetto di relazione tra l'uomo e lo spazio che lo circonda. L'uomo che diventa centrale con le sue emozioni e le sue sensazioni. Questo progetto cerca di coinvolgere l'uomo come primo soggetto, come cittadino, come primo fruitore dell'architettura. Noi cerchiamo di creare occasioni per lavorare sullo spazio pubblico che è il primo luogo di appartenenza del cittadino alla sua città, per far sì che risponda alle sue esigenze manifestate attraverso le emozioni”. 30 saranno i partecipanti, studenti ma non solo, 8/10 non saranno universitari. Gireranno per la città seguendo tre percorsi: Verde (i polmoni verdi da San Michele a Sant'Elia); Bianco (dai palazzi di Mulinu Becciu a quelli di Sant'Elia); Rosso (da Pirri a Giorgino, da Castello a La Marina, in un viaggio di altri tempi).

Collaborazione che coinvolge gli studenti anche quella con la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere, che si sono occupati della redazione di brochure in lingua inglese e avranno il ruolo di mediatori linguistici con gli ospiti internazionali.

Novità assoluta del festival saranno le mattine. Quest'anno “Leggendo Metropolitano” organizzerà degli incontri anche di mattina. Tre incontri in collaborazione con l'Agenzia Regionale del Lavoro, per riflettere sull'articolo uno della costituzione (“L'Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro”), attraverso il cinema. Qual è la situazione lavorativa oggi per immigrati e non? Lo sapremo il 2, 4 e 5 giugno, presso la Sala delle Mura, alle 10.30.

E dal pomeriggio incontri con ospiti italiani e internazionali. Alcuni nomi: Moni Ovadia; Randa Ghazi, Helena Janeczek; Giorgio Ficara; Piergiorgio Odifreddi; Igiaba Scego.

E poi il teatro con lo spettacolo riadattato dal best seller “Nel mare ci sono i coccodrilli” di Fabio Geda, in scena il 31 maggio e 1 giugno al Teatro Civico di Castello, alle 21.30; e “B. A. U. Brigata di Armonizzazione Urbana”, spettacolo sulle percussioni urbane che andrà in scena presso le Scale di Via Santa Croce, domenica 5 Giugno alle 21.30. Due concerti musicali: il primo, Magmadogma, sempre sulle Scale di Via Santa Croce, venerdì 3 giugno; il secondo, medesima location, Le radici nei miei passi, dei Jacaré e Sergio Krakowski.

Una mostra, dal titolo “Con le mani” d'arte sarà allestita in Via Corte d'Appello, curata da Tatjana Gox, Marzia Meloni e Gianluca Melis, vedrà la partecipazione attiva di numerosi artisti di Castello, ben lieti di presentare la loro opera nell'ambito di questa iniziativa.

Insomma un calendario di eventi ricco e variegato, che, si spera, coinvolga giovani e meno giovani.

 

 

Margherita Sanna

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 26 Maggio 2011 17:42
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia


Warning: file_get_contents(http://oiswww.eumetsat.org/IPPS/html/MSG/IMAGERY/IR108/COLOR/CENTRALEUROPE/index.htm) [function.file-get-contents]: failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.diario24notizie.com/home/modules/mod_weather/mod_weather.php on line 31
Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2020 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner