Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

L’Omega 3: il grande assente
Ti senti depresso? Sei sottopeso? Hai problemi di circolazione o di cuore? Assumi Omega- 3! Non è uno spot. È la realtà scientifica. Da quando negli anni 50’ un ricercatore danese notò …

Nuraghe Beach: un altro successo per Flavio Soriga PDF Stampa E-mail
Libri - Libri
Scritto da Margherita Sanna   
Martedì 13 Settembre 2011 16:58

Ritorna a descrivere la Sardegna, Flavio Soriga, questa volta con un libro commissionato appositamente per l'occasione “Nuraghe Beach”, edizione Laterza, uscito il 1 luglio 2011. “E naturalmente questo libro qui assurdo non puoi che chiamarlo così, NURAGHE BEACH, perché lo sai, gli italiano se non c'è un nuraghe, in una storia, non è la Sardegna, e se non c'è la spiaggia, mi dispiace, non è la Sardegna. Ci andrebbe anche un pastore ma in un titolo non puoi metterci mica tutto, quindi limitati a questi due cardini della nostra cultura e della nostra identità, diciamo, quei cazzo di cumuli di pietre millenari e quelle cazzo di distese di sabbia meravigliose, NURAGHE BEACH, vende a scoppio, te lo dico io, spacca tutto, e alla fine uno lo apre e dentro cosa c'è? Un invito al viaggio, un articolo su Bruce Willis, il racconto di tua madre, le interviste agli scrittori e alle scrittrici di Cagliari sullo scudetto del Cagliari, e la canzone reggae campidanese. Dammi retta, che spacca. Perché io non ne so di niente, cugino, ma di Cagliari e della Sardegna, dammi retta, io ne so. Yes, I do know. Tua cugina, ne sa. A scoppio”. Nicola ha scritto un unico libro nella sua vita, un grande successo, ma poi non è più riuscito a scrivere. Ora è socio del bar Giufà a Roma, ama una donna meravigliosa, ed è felice. A chi gli chiede se scrive, risponde di no, non vuole più scrivere, ora dorme bene. Ma arriva all'improvviso una proposta interessante: scrivere una guida della Sardegna, un netto di cinquemila euro, una cifra che lui a guadagnarla tutta insieme ci metterebbe un sacco di tempo. E poi c'è la storia con il suo amore, la sua Lei che gli ha rubato il cuore, che non va più tanto bene, che forse non va proprio più, ma lui non lo sa bene, non ora. Ha solo fatto le valigie ed è ritornato nell'Isola, a guardarla, a scoprirla, per la sua guida, per la sé stesso, per ricordarsi com'è veramente essere sardi. E così scorre rapida questa guida alla “Sardegna che non visiterete mai”, una guida – non guida che sapientemente miscela cultura popolare e curiosità, storia d'amore e introduzione alla bellezza di un'Isola di cui non si può non andar fieri. Flavio Soriga, ormai consolidato narratore, miscela i materiali : la prima parte un racconto in cui gioca a prendersi in giro e a spiegare; nella seconda due suoi articoli, un racconto della madre, il racconto della vittoria dello scudetto da parte di Bruno Tognolini; Paolo Maccioni; Milena Agus; Giulio Angioni; Gianni Zanatta; Maria Paola Masala; Giacomo Mameli; Costantino Cossu; Giovanni Maria Bellu; il resoconto della cugina fittizia, coprotagonista del primo racconto, sul viaggio presso la stazione ferroviaria di Villamassargia e Chilivani; e infine “Campidano kiss”, il testo per un reggae campidanese, che nel suo tour “Nuraghe Beach” vari musicisti si sono divertiti a musicare, basti fare un giro su youtube per rivivere i live. Flavio Soriga, alle porte dei quarant'anni si dimostra un autore che sa far danzare sulla pagina postmoderno e tradizione, e riesce a far diventare ogni libro un momento di aggregazione, un vero e proprio movimento, che riunisce lettori giovani e molto meno, laureati e lavoratori senza la terza media, donne e uomini di spettacolo e cittadini comuni. Questa guida solo Soriga poteva farla così, ed avere una risonanza tale da incontrare sempre una buona accoglienza di pubblico, a Cagliari come ad Osilo. Attraverso un utilizzo ormai palesemente consolidato di una pastiche linguistica cagliaritana e da lessico giovanile, Soriga riesce a divertire e mai annoiare pur attraversando trasversalmente temi non privi di spessore: la malattia, il livello della cultura, il teatro italiano e non, la storia della gente comune che s'incrocia con la Grande Storia, l'incapacità di utilizzo delle risorse, le sofferenze dell'adolescenza. Ritmata come scritta ascoltando una musica che solo lui conosce, Nuraghe Beach è una guida divertente e arguta per chi arriva e per chi se ne va. Flavio Soriga, fiore all'occhiello della narrativa sarda contemporanea, dal 2000, quando vinse il suo Premio Calvino con I diavoli di Nuraiò, non si è mai fermato: innumerevoli le partecipazioni televisive, cinque solo i romanzi scritti in questi anni, fondatore del festival di Gavoi, festival di mezza estate “sulla terra leggeri” dell'Argentiera, Settembre dei poeti ad Oristano, scrive per diversi quotidiani tra cui La Nuova Sardegna, Sardegna24, l'Espresso. Con quest'ultimo lavoro dimostra, ancora una volta, che è capace di affrontare generi diversi (vedi la varietà dei suoi testi) imprimendo il suo marchio, cifra stilistica di una raggiunta maturità letteraria. 

Margherita Sanna

Ultimo aggiornamento Giovedì 15 Settembre 2011 19:50
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia


Warning: file_get_contents(http://oiswww.eumetsat.org/IPPS/html/MSG/IMAGERY/IR108/COLOR/CENTRALEUROPE/index.htm) [function.file-get-contents]: failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.diario24notizie.com/home/modules/mod_weather/mod_weather.php on line 31
Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2020 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner