Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

A Roma è quasi pronta la nuova palestra extra lusso firmata Madonna
Aprirà il prossimo 26 maggio, nel cuore della capitale, la modernissima palestra firmata da Madonna: l’Hard Candy Fitness. Proprio davanti al Colosseo, sorgerà una struttura di ben 1.200 met…

Lezioni al via tra novità e proteste PDF Stampa E-mail
Speciali - Speciali
Scritto da Luisa Cocco   
Mercoledì 14 Settembre 2011 12:02

Le vacanze sono finite e si ritorna fra i banchi di scuola: a partire da lunedì, 11 Settembre, infatti quasi 8 milioni di studenti italiani hanno ripreso gradualmente le lezioni. E così giorno prima giorno meno, a seconda di quanto deliberato dalle regioni, il nuovo anno scolastico sembrerebbe pronto a decollare ma sullo sfondo già si agitano le polemiche sui tagli del governo. In prima linea docenti, alunni e genitori pronti a dare battaglia e a fare i conti con un governo che non sa contare: dal caro libri alle classi ghetto, dal problema dell’edilizia scolastica al precariato numerose le questioni in ballo anche per quest'autunno. Ancora ad aule chiuse, le proteste si sono levate rumorose un po’ in tutto il mondo della scuola: basti pensare allo sciopero della fame dei precari siciliani, contro il taglio imposto agli organici dalla coppia Tremonti-Gelmini, la cui notizia è rimbalzata da un giornale all’altro proprio nelle ultime settimane di agosto. Ma a lamentarsi anche i genitori degli alunni che, caro libri a parte, sono preoccupati soprattutto per la condizione di sovraffollamento in cui versa la maggior parte delle classi. Altro problema, non meno grave, rimane poi il sostegno a favore degli alunni disabili, questione che da sempre sembra essere l’oggetto di una contesa insolubile: e così se a Torino quest’anno sono stati nominati docenti privi di specializzazione, la situazione non sembra delle più rosee neppure a Pavia dove le lezioni hanno preso il via direttamente senza insegnanti di sostegno, perché il Provveditorato non ha fatto in tempo a nominarli. Ma è emergenza insegnanti di sostegno anche in provincia di Genova dove all’appello ne mancano quasi 500 e la lista potrebbe allungarsi ulteriormente se scendessimo giù sino a toccare le regioni del sud. Ad alimentare un clima già abbastanza infuocato poi non sono mancate le polemiche contro i tagli del personale scolastico che anche quest’anno lasceranno a casa migliaia di precari mentre le nostre scuole resteranno incustodite per mancanza di bidelli.    

Tagli previsti anche per l’autonomia scolastica, con una sforbiciata del 38 per cento sui fondi destinati alle scuole che per la prima volta scenderanno al di sotto dei 100 milioni di euro. Per il 2011 sono, infatti, previsti poco meno di 79 milioni, un anno fa invece gli istituti si divisero quasi 127 milioni. E così di fronte a questo assottigliarsi dei fondi molti presidi pur di far cassa si sono trovati nella condizione estrema di chiedere aiuto ai genitori. Di questo passo è molto probabile che nel giro di poco tempo tutta una serie di attività e servizi, previsti nel quadro dell’offerta formativa, saranno in futuro a carico dei genitori. Stiamo parlando naturalmente dei fondi destinati alle attività di recupero e sostegno per alunni in difficoltà, al potenziamento della lingua straniera, alle gite scolastiche e ancora alle attività teatrali o di cineforum. Per non parlare del servizio di pre e post scuola che consente ai genitori che lavorano di accompagnare in anticipo e prelevare in ritardo gli alunni dalle materne e dalle elementari. Da domani, insomma, tutto questo potrebbe non essere più gratis ma a spese delle famiglie con conseguenze discriminanti a seconda della fascia di reddito di ciascun nucleo familiare. "Una scuola senza diritti", insomma, quella del 2011 così denuncia il sindacato studentesco Unione degli Studenti che anche per quest'anno, tra flash mob e sit-in di protesta, ha già in programma numerose mobilitazioni.      

Luisa Cocco

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 15 Settembre 2011 19:49
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia


Warning: file_get_contents(http://oiswww.eumetsat.org/IPPS/html/MSG/IMAGERY/IR108/COLOR/CENTRALEUROPE/index.htm) [function.file-get-contents]: failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.diario24notizie.com/home/modules/mod_weather/mod_weather.php on line 31
Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2019 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner