Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

Siamo davvero più intelligenti dei nostri antenati?
In un articolo apparso recemente sul Wall Street Journal, l’esperto James R. Flynn, ricorda che quando chiedevano a suo padre che cosa avessero in comune cani e lepri, lui era pronto a rispond…

La schiuma dei giorni PDF Stampa E-mail
Libri - Libri
Scritto da Luisa Cocco   
Mercoledì 21 Settembre 2011 12:39

C’è chi come Queneau lo riteneva il più straziante dei romanzi d’amore contemporanei. E in effetti non esiste definizione più azzeccata per esprimere il senso  de La schiuma dei giorni: capolavoro letterario, scritto a soli ventisette anni da quel genio di Boris Vian. Una storia semplice e decisamente surreale che racconta appunto della bellissima passione sbocciata tra il giovane e ricco Colin e la bellissima e fragile Chloè. Un amore gratuito e fortissimo, di quelli che vincono ogni ostacolo o costrizione sociale ma che tuttavia non impediranno alla favola di volgere verso un tragico epilogo. Al di là della bellissima storia d’amore, a tratti soltanto un pretesto, la Schiuma dei giorni è però anche un romanzo ricco di rimandi alla musica, alla gastronomia e alla cultura del suo tempo. Dalla passione per il jazz a quella per la buona cucina, dalle trovate surrealiste alle invenzioni letterarie sono, infatti, molti altri gli ingredienti che Vian ha messo dentro al suo libro. Il risultato è un miscuglio di tragico, meraviglioso e poetico che pagina dopo pagina non cessa mai di stupire il lettore, catturandolo dall’inizio alla fine.

Ambientata in una città e in un’epoca storica non meglio definite, il romanzo è una storia di amore e di amicizia. Protagonista Colin, giovane ricco e nullafacente, con tanto di cuoco coltissimo al seguito (Nicolas), che passa le sue giornate suonando bizzarri strumenti di sua invenzione, come il pianocoktail, e bighellonando in giro con il suo migliore amico Chick. Questo, ingegnere spiantato e sperperone, ha però uno strano pallino: collezionare tutte le opere di Jean-Sol Partre anche a costo di dare fondo agli ultimi risparmi. All’improvviso però nella vita di tutti e due entrerà in modo esplosivo l’amore e da quel momento in poi le cose cambieranno. Ma mentre Chick, schiavo della sua ossessione, preferirà i suoi libri all’amore della giovane Alise, Colin al contrario lotterà con tutte le sue forze per non perdere la fragile Chloè, anche a costo di sfidare la morte. Ammalatasi subito dopo il viaggio di nozze, infatti, la giovane sposa rischia la vita a causa di una pericolosa ninfea che, annidatasi nei suoi polmoni, non le permette di respirare. Unica terapia contro questo male terribile il profumo degli altri fiori: questi però costano troppo cari. E così il povero Colin si vedrà costretto a spendere fino all’ultimo dei suoi dobloncini e poi ad accettare anche i lavori più pesanti nel tentativo disperato di guarire la sua amata. Ma a nulla serviranno tutti gli sforzi del protagonista: la morte, infatti, non può essere fermata e piano piano tutto viene trasformato dal suo lento ma inarrestabile passaggio. L’autore, in questo senso, è geniale nel descrivere le analogie tra gli stati d’animo dei protagonisti e l’ambiente che li circonda. Perfettamente evocativa, ad esempio, l’immagine della casa, dove i due sposini vivono, che inizialmente descritta di dimensioni faraoniche sembra poi rimpicciolirsi man mano che Chloè si aggrava.      

Vero e proprio canto all’amore, La Schiuma dei giorni è però anche critica al conformismo e alle costrizioni del sociale, prima fra tutte quella del lavoro. Si potrebbe definire quasi un manifesto sulla ribellione in cui Vian esprime chiaramente la sua volontà di andare contro corrente, prendendosi gioco di tutto ciò che è borghese, infischiandosene delle regole. E sempre in questo senso va letta anche la fantastica parodia dell’esistenzialismo, come rifiuto appunto di qualsiasi dittatura culturale in un periodo in cui sembrava che tutti dovessero per forza diventare esistenzialisti. Distorsioni linguistiche, neologismi, continui giochi di parole poi non sono che la conferma di questa componente anarchica che serpeggia lungo tutto il libro, rendendolo così molto apprezzato soprattutto dai giovani. Che sia soltanto una favola d’amore, uno scritto di contestazione o una riflessione più profonda sulla caducità delle cose, la migliore chiave di lettura per La schiuma dei giorni forse è non averne una. L’importante è lasciarsi abbandonare al piacere della lettura.

Luisa Cocco

 

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 22 Settembre 2011 08:56
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia


Warning: file_get_contents(http://oiswww.eumetsat.org/IPPS/html/MSG/IMAGERY/IR108/COLOR/CENTRALEUROPE/index.htm) [function.file-get-contents]: failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.diario24notizie.com/home/modules/mod_weather/mod_weather.php on line 31
Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2020 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner