Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

Federica Pellegrini è pronta per nuove vittorie
La regina del nuoto italiano è tornata, Federica vuol far riparlare di se e in positivo. Pare che la campionessa olimpica sia tornata alla carica presentandosi competitiva più che mai nel dors…

A Cagliari, il padre della neuropsichiatria moderna PDF Stampa E-mail
Libri - Libri
Scritto da Patrizia Giancola   
Giovedì 27 Ottobre 2011 13:32

E’stato uno dei più grandi scienziati di tutti i tempi. Fu il primo ad avere la prima cattedra mondiale di neurologia; alle sue lezioni sull’isteria, vere e proprie rappresentazioni teatrali, partecipò, con una borsa di studio, il giovane Freud appena laureato. E’stato tra i fautori della nascita della clinica; riceveva i suoi pazienti quotidianamente ritraendone i cambiamenti o fotografandoli per meglio evidenziare il decorso della malattia. Ridiede dignità all'ipnosi, precedentemente considerata arte dei ciarlatani. Fu autore di scoperte molto importanti in ambito medico: sclerosi laterale amiotrofica e a placche, atrofia peroneale progressiva, afasia, diversi tipi di tremore e paralisi (assieme a Duchenne de Boulogne) e, alla fine della sua vita, anche turbe della memoria, inoltre approfondì la descrizione dei sintomi della malattia scoperta da Parkinson.

A detta di Freud è "il primo a insegnarci che per spiegarci la nevrosi isterica, bisogna rivolgersi alla psicologia " ed egli stesso ne seguì l’esempio nel primo capitolo degli studi sull'isteria in cui si dimostra che i sintomi permanenti dell'isteria non traumatica (stigmate a parte) sono spiegabili dallo stesso meccanismo scoperto nelle paralisi traumatiche dallo studioso sinora innominato.

Che nome vi viene in mente? Se avete pensato a Jean Martin Charcot, siete tra i pochissimi che in Italia lo conoscono, se si escludono gli addetti ai lavori, medici, psicologi o neurologi.

Nonostante ai suoi tempi fosse uno degli uomini più famosi della Francia, oggi infatti è sconosciuto al grande pubblico.

Silvia Giancola, con il suo ultimo lavoro, La clinica in Francia nel XIX secolo: Jean Martin Charcot, racconta, in modo dettagliato e scrupoloso, ma nel contempo stimolante e coinvolgente, la vita e le scoperte di questo misterioso e complesso personaggio, rendendolo ancora più affascinante grazie alle sue ottime doti di affabulatrice.

Il libro, appena edito da La Riflessione, casa editrice cagliaritana, sarà presentato dall’autrice sabato 5 novembre alle ore 17,00 presso la sala Rubino della ex vetreria di Pirri.

Patrizia Giancola

Ultimo aggiornamento Sabato 29 Ottobre 2011 10:43
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia


Warning: file_get_contents(http://oiswww.eumetsat.org/IPPS/html/MSG/IMAGERY/IR108/COLOR/CENTRALEUROPE/index.htm) [function.file-get-contents]: failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.diario24notizie.com/home/modules/mod_weather/mod_weather.php on line 31
Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2020 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner