Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

Kenya: strage di elefanti per l'avorio
Più avorio, meno elefanti. Alcuni giorni fa, nel parco nazionale Tsavo East, sono stati ritrovati i cadaveri di undici elefanti, uccisi a colpi di kalashnikov e privati delle loro zanne. I brac…

Gli angeli con il fango sulle magliette: intervista ad Emanuela Risso PDF Stampa E-mail
Le interviste - Le interviste
Scritto da Margherita Sanna   
Giovedì 10 Novembre 2011 15:02

Sono tanti, giovani e pieni di spirito d'iniziativa. Li vediamo da una settimana sui tg di tutte le emittenti televisivi, lavorano, nel fango, instancabili e volenterosi. È la Genova che si rialza e si riprende in mano la propria città. È una Genova chiamata a raccolta da Facebook. “Angeli col fango sulle magliette” è la loro pagina facebook, foto di Fabrizio De Andrè con le mani sporche di fango, articolo di Repubblica in evidenza, nel quale si parlava proprio della Genova di allora, post alluvione del 1970, quando i giovani scesero in piazza ad aiutare. Spinta dall'emozione suscitata da quell'articolo Emanuela Risso, 25 anni, una laurea in Mediatore Culturale a Milano, specializzata in new media, ha creato il 4 Novembre la pagina Facebook “Angeli col fango sulle magliette”. In poche ore l'adesione imprevista e crescente, ha portato ha creare un vero e proprio movimento di giovani volontari pronti a “sporcarsi le mani”. Un'esperienza di umanità e solidarietà di grande eco, che porta tutti a riflettere sul peso che i social network stanno avendo nella nostra vita, e sfata pregiudizi consolidati di chi vede in essi solo dei catalizzatori di giovani nullafacenti. Ci sono è vero, ma c'è anche una gioventù che pulsa voglia di vita, di partecipazione sociale, di valori positivi. Genova 4 Novembre 2011 è stato anche questo: i giovani che si fanno protagonisti attivi della rinascita. Ieri, oggi, e speriamo anche nel futuro.

Margherita Sanna

 

 Intervista di Margherita Sanna ad Emanuela Risso

 

Diario24Notizie: Ad oggi in quanti volontari siete?

Emanuela Risso: Ad oggi non sappiamo calcolare il numero esatto di volontari, siamo nell'ordine delle centinaia al giorno e 20803 iscritti alla pagina

Diario24Notizie: Caspita, tantissimi! e come state riuscendo a coordinarvi?

Emanuela Risso: Noi, come pagina, abbiamo scelto di avere il ruolo di "tramite": questo significa che indirizziamo le persone presso i municipi, oppure giriamo gli appelli che ci pervengono dalla protezione civile o dai privati e i ragazzi iscritti alla pagina aderiscono e vanno.:)

Diario24Notizie: Quindi tu non sei "scesa" sul campo fisicamente?

Emanuela Risso: Io sono andata domenica ad aiutare: Borgo Incrociati, Via Smirne, Corso Sardegna. In settimana lavoro presso un ufficio e la sera mi dedico alla pagina, questo week-end tornerò sul campo.

Diario24Notizie: Com'è stato scendere sul campo fisicamente? Che emozioni hai provato? Che cos'hai visto?

Emanuela Risso: Beh emozionante. Ero felice nonostante l'immagine dei luoghi fosse desolante. L'atmosfera era positiva, c'era pieno pieno pieno di giovani, tanto che eravamo quasi troppi. Ho visto senso civico e semplicità.

Diario24Notizie: Tu hai creato questa pagina facebook per far rivivere quello che era accaduto con l'alluvione del '70, obiettivo raggiunto possiamo dire, no?

Emanuela Risso: Direi di sì. Penso che l'avremmo raggiunto anche senza la pagina, intendo dire che i ragazzi sarebbero scesi e sono scesi per strada al di là dell'esistenza della pagina. Questa forse ha dato uno sprint in più e forse ha contribuito a dare un senso di coesione, uno spirito comune.

Diario24Notizie: Cos'hai pensato che sarebbe successo quando hai creato la pagina?

Emanuela Risso: Pensavo inizialmente di coinvolgere i miei amici e al massimo gli amici degli amici, per organizzarci e dare una mano dopo l'alluvione, poi ha cominciato a crescere a dismisura...

Diario24Notizie: Ho letto che hai chiesto la collaborazione con il tuo docente di marketing? è corretto?

Emanuela Risso: Sì, è corretto. Il giorno dell'alluvione (casi della vita) io ho dato un'esame per ricevere la qualifica professionale di tecnico marketing per il web 2.0. Tornata a casa, ho messo su la pagina e quando mi sono resa conto che diventava una cosa enorme da gestire, ho contattato sia alcune mie compagne di corso, che il mio professore, tutti si sono uniti e mi hanno dato una mano.

Diario24Notizie: E lui cos'ha fatto?

Emanuela Risso: Ci ha consigliato come muoverci, ha stilato un elenco di punti da adottare per farla funzionare meglio sia dal punto di vista tecnico che da quello della comunicazione. Ci ha suggerito di diramare l'appello ad aprire il wi-fi (in quelle ore c'erano problemi con le linee telefoniche),insomma, questo tipo di cose.

Diario24Notizie: Ho dedotto, dalla serenità con la quale ti sei rivolta a lui, che fra di voi ci sia un rapporto di stima reciproca, è corretto?

Emanuela Risso: Sì, sicuramente. È una persona estremamente disponibile e un grande professionista. si chiama Enrico Giubertoni (è di Novara), se vuoi lo trovi su facebook.

Diario24Notizie: Quindi, nell'università di oggi, affollate e povere, è ancora possibile un rapporto diretto e di crescita fra docente e studente?

Emanuela Risso: Non si tratta di un corso universitario, in realtà. era un corso professionale finanziato dalla provincia.

Diario24Notizie: Che corso era?

Emanuela Risso: "Comunicazione e marketing applicati al web 2.0" corso, come dicevo, finanziato dalla provincia per ottenere la qualifica professionale e aiutare l'inserimento lavorativo.

Diario24Notizie: Questa è la prima volta che tu coordini un evento via facebook?

Emanuela Risso: No, mi è già capitato, ma non cose di queste dimensioni.

Diario24Notizie: Che risposte avete avuto dalla popolazione di Genova? Vi aiutano? Vi sostengono in qualche modo? Portano alimenti ai ragazzi? Vi hanno fatto sentire la loro solidarietà in qualche maniera?

Emanuela Risso: Sì, direi positive. I ragazzi sono stati ringraziati, rifocillati, tutti vogliono contribuire anche con donazioni, offerte di vario tipo che vanno dall'ospitalità, al regalare mobili e vestiti per le persone alluvionate. Una grande risposta.

Diario24Notizie: Avete anche voi adottato simbolicamente la maglia con la mano sporca di fango?

Emanuela Risso: L'abbiamo scelta come nome, le magliette con cui andiamo in giro sono sporche di fango non per scelta, ma come conseguenza del lavoro, non abbiamo ancora una t-shirt ufficiale, diciamo.

Diario24Notizie: Tu dov'eri il giorno dell'esondazione? la tua casa è stata colpita?

Emanuela Risso: Abito vicino alla zona ma la mia via è più in alto rispetto ai torrenti quindi non è stata colpita. Ero a casa, dopo l'esame, sono ritornata e non sono più uscita perché c'era allerta.

Diario24Notizie: In questo momento qual è la situazione a Genova?

Emanuela Risso: Sta tornando alla normalità. Il clima è migliorato, ma c'è ancora tanto da fare soprattutto per i tanti negozi e cantine sotto al livello della strada. Sono tutti ancora sottosopra.

Diario24Notizie: Secondo te quanto tempo ci vorrà perché si liberino tutti i negozi e si inizi a ricostruire?

Emanuela Risso: Non saprei, credo qualche settimana...forse qualche mese per situazioni più gravi...la stima esatta dei danni non è stata ancora fatta.

Diario24Notizie: Per quanto tempo voi avete preventivato di coordinare questi lavori?

Emanuela Risso: Finché ce ne sarà bisogno...non possiamo mollare ora che così tante persone ci seguono. Vedremo di coordinarci anche con le autorità e di essere utili in qualche modo.

Diario24Notizie: A proposito di autorità, il sindaco vi ha contattato?

Emanuela Risso: No, abbiamo solo visto che la nostra pagina è stata condivisa sul suo profilo ufficiale di facebook.

Diario24Notizie: E chi vi ha contattato? la protezione civile?

Emanuela Risso: Sì, loro, un assessore regionale, l'Ascom, e ovviamente miriadi di associazioni e gruppi, non solo di Genova, da tutta Italia.

 

Diario24Notizie: Che cosa stai imparando da questa esperienza? in che modo ti ha arricchito?

Emanuela Risso: Ho avuto la conferma dell'importanza dei social media del fatto che ci abbiano restituito una vera forma di partecipazione e di comunicazione paritaria, democratica, e poi mi ha chiaramente commosso l'adesione concreta dei miei coetanei, non solo espressa su facebook ma dimostrata con i fatti. Mi ha stupito vedere quanti, soprattutto giovanissimi, amano visceralmente questa città.

Diario24Notizie: Avete idee, progetti, o vi siete confrontati fra voi sulla ricostruzione, su ciò che potrebbe essere fatto? Vi piacerebbe partecipare attivamente anche dopo che sarà cessata l'emergenza?

Emanuela Risso: Certo, ci piacerebbe. le idee sono tante e vedremo come metterle in pratica, ora sinceramente non abbiamo ancora avuto il tempo di fermarci a riflettere.

Margherita Sanna

Ultimo aggiornamento Venerdì 18 Novembre 2011 18:38
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia


Warning: file_get_contents(http://oiswww.eumetsat.org/IPPS/html/MSG/IMAGERY/IR108/COLOR/CENTRALEUROPE/index.htm) [function.file-get-contents]: failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.diario24notizie.com/home/modules/mod_weather/mod_weather.php on line 31
Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2019 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner