Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

"La Madre", l'horror adrenalinico
Il 21 marzo è arrivato al cinema il nuovo film horror di Handy Muschetti : La Madre. Atteso da tutti gli amanti di questi genere si tratta di un film ricco di adrenalina e suspense, con scene d…

Il delitto di Via Poma, la fiction PDF Stampa E-mail
Tv - Tv
Scritto da Margherita Sanna   
Domenica 11 Dicembre 2011 01:27

È andata in onda martedì 6 dicembre, su canale 5, “Il delitto di via Poma”, per la produzione Taodue. Il regista Roberto Faenza (suoi sono “I Vicerè”, “Silvio Forever”, “Forza Italia!”, ha cercato di fare un po’ di chiarezza sulla tragica vicenda.ra il 7 agosto 1970 quando la ventenne Simonetta Cesaroni venne barbaramente uccisa nel palazzo di via Poma n° 2 a Roma, dove stava svolgendo il suo lavoro di segretaria presso l’A. I. A. G. (Associazione Italiana Alberghi della Gioventù). Per il delitto, dopo numerose false piste, è stato condannato l’allora fidanzato Raniero Brusco.

Ma ancora restano molti punti oscuri sulla vicenda, e – come evidenzia la fiction tv- perplime parecchio la condanna del fidanzato, dopo 20 anni di processi. Ottima interpretazione di Silvio Orlando, nel ruolo di Niccolò Montella, indefesso ispettore di polizia che continuerà le indagini ad oltranza, umilmente e con grande umanità. Brava anche Giulia Bevilaqua, nella fiction la sorella ancora in vita di Simonetta, Paola, ruolo non facile il suo, che però ha saputo efficacemente rendere. Il delitto di via Poma è molto attento a cogliere le difficoltà della famiglia della ragazza, sconvolta dalla perdita della figlia e al tempo stesso vittima di una perdurante opera di sciacallaggio. Questa caratterizzazione così attenta e umana della famiglia che si ritrova per tanti anni a sentire le più svariate ipotesi sul delitto, e di conseguenza anche le più diverse versioni della loro Simonetta, è un dato stilistico molto importante, spesso un po’ assente in questi contesti, ma che merita grande attenzione e rispetto. E, a giudicare dalla reazione positiva della sorella di Simonetta, sembra che Pietro Valsecchi, che firma la produzione, abbia centrato l’obiettivo. Share del 14,71% solamente, forse gli italiani, concentrati sulla recente manovra del governo Monti, hanno preferito non dedicare la loro attenzione a questo caso di cronaca nera. Un delitto, un mistero italiano, che mette in luce gravi errori d’indagine, e invita alla riflessione. Perché tutti hanno mentito? Che cos’era veramente quell’ufficio dell’A.I.A.G.? C’entravano i Servizi Segreti Italiani? E soprattutto, Raniero Brusco è innocente? La fiction lascia aperte tutte le domande, ma una piccola risposta la fornisce, nelle parole di uno dei poliziotti: “Non solo uno viene ammazzato, deve anche sperare di essere ammazzato nel posto giusto, altrimenti alla verità non ci si arriva mai”.

Margherita Sanna

Ultimo aggiornamento Giovedì 15 Dicembre 2011 19:10
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia

Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2019 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner