Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

Il pane tipico sardo
La Sardegna è una regione in cui l’offerta gastronomica è molto vasta. L’alimento che spicca è il pane e di esso sono presenti numerose varietà, che accontentano i gusti di tutti. Fortun…

Giorgio Bocca, figura discussa del Giornalismo Italiano PDF Stampa E-mail
Italia - Italia
Scritto da Margherita Sanna   
Martedì 27 Dicembre 2011 00:00

È morto a Natale. Aveva 91 anni Giorgio Bocca. La malattia l'ha ucciso, ma più ancora – affermano i suoi colleghi, tra cui Natalia Aspesi- la mancanza di stima verso l'attuale giornalismo. I funerali, svoltisi nella basilica di San Vittore a Milano, hanno accolto numerosi giornalisti famosi, intellettuali e anche autorità politiche: il direttore del Corriere della Sera Ferruccio de Bortoli, quello di Repubblica Ezio Mauro, il presidente della Fnsi Roberto Natale, Marco Travaglio, Massimo Fini, Piero Colaprico, Gianni Barbacetto, Gian Antonio Stella, Gianni Mura, Philippe Daverio, Daria Bignardi e Luca Sofri; il deputato Pd Emanuele Fiano, il vicesindaco di Milano Maria Grazia Guida, l'assessore alla Cultura Stefano Boeri e il presidente del consiglio comunale Basilio Rizzo, il magistrato Giancarlo Caselli, e tanti altri. Giorgio Bocca, figura controversa del giornalismo italiano, è considerato parte della triade dei grandi nomi Biagi e Montanelli. Fascista, partecipò anche alla Battaglia delle Alpi insieme allo scrittore Mario Rigoni Stern (Un anno sull'altipiano), poi partigiano, considerava la lotta partigiana l'unica occasione che il suo Paese non aveva sprecato. Giogio Bocca ha spesso cambiato opinione politica, simpatizzando prima per la Lega, e poi criticandola, storica fu la sua convinzione che non esistessero le Brigate Rosse, e allorquando si scoprì il primo loro covo, che fosse tutta una montatura. Giorgio Bocca non ci voleva proprio credere che ci fosse una parte della sinistra più estrema pronta al terrorismo. Lui era così, abile sì, ma profondamente e sinceramente convinto delle sue opinioni, al punto da non interessarsi ai suoi detrattori. Fondatore nel 1976 insieme ad Eugenio Scalfari de “La Repubblica”, Bocca si distinse sempre per analisi acute, a volte predittive, e molto forti e discutibili. Suoi infatti sono i giudizi sulla morte di Pasolini: "Pasolini è morto perché, la rigirino pure come vogliono, era di una violenza spaventosa nei confronti di questi suoi amici puttaneschi. Poi mi dava noia questo: ho un po' di omofobia, che poi è una cosa militare. Il mio concetto piemontese è che gli uomini veri vanno a fare il soldato". Nell'omelia il prete – amico di famiglia- l'ha definito “un partigiano della parola, un aristotelico con i piedi ben piantati per terra”. Fra i suoi ultimi libri si ricordano “Aspra Calabria” e “Fratelli Coltelli: 1943 – 2010. L'Italia che ho conosciuto”, su quest'ultimo fu anche intervistato da Daria Bignardi – presente al funerale- alla quale disse: “Mi dà noia le cose inutili, la retorica imperante, anche questa storia di Avetrana, è possibile che vadano avanti per due mesi?”

 

Bocca, contestabile e contestato, acclamabile e acclamato, ha comunque scritto una pagina importante del giornalismo italiano. E forse, a giudicare da quanto scritto finora su di lui nei giornali, fu predittivo quando scrisse: “Morirò avendo fallito il mio programma di vita: rendermi tanto antipatico da evitare di essere adulato da morto”.

 

 

 

Margherita Sanna

 

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento Martedì 10 Gennaio 2012 14:56
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia


Warning: file_get_contents(http://oiswww.eumetsat.org/IPPS/html/MSG/IMAGERY/IR108/COLOR/CENTRALEUROPE/index.htm) [function.file-get-contents]: failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.diario24notizie.com/home/modules/mod_weather/mod_weather.php on line 31
Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2019 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner