Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

Ryanair lascia Alghero. Cancellate 7 rotte
La storica compagnia irlandese Ryanair chiude 7 rotte ad Alghero. Dopo un tira e molla serrato con la Regione, Ryanair rende noto che “la decisione è stata assunta a causa del mancato support…

Buenos Aires. Incidente ferroviario in pieno centro: 49 morti e 600 feriti PDF Stampa E-mail
Esteri - Esteri
Scritto da Marco Mura   
Mercoledì 22 Febbraio 2012 00:00

La conferma ufficiale arriva poco dopo mezzogiorno: sono 49 i morti e oltre 600 i feriti del terribile incidente ferroviario che questa mattina ha sconvolto la stazione  di Once a Buenos Aires. Un nodo ferroviario dal quale transitano giornalmente più di 500mila viaggiatori. Un treno della linea cittadina “Sarmiento”, carico di pendolari, proveniente da Moreno, non è riuscito a rallentare e ha fatto il suo ingresso in stazione ad una velocità eccessiva andando a sbattere violentemente contro i respingenti della banchina, alla fine del binario 2, deragliando.

Il bilancio attuale delle vittime è destinato ad essere aggiornato presto perché, degli oltre seicento feriti, almeno duecento versano in gravi condizioni e addirittura una trentina di persone sarebbero ancora tra le lamiere contorte delle prime carrozze, mentre altre decine di passeggeri continuano a mancare all’appello. E c’è chi parla di cataste di corpi. L’incidente è avvenuto alle 8.32 (ora di Buenos Aires), coinvolgendo i primi vagoni. Lo scenario più agghiacciante tra il primo e il secondo. Quest’ultimo si sarebbe infilato, sfondandolo, in quello che lo precedeva per quasi otto metri. Il macchinista estratto ancora vivo dal locomotore di testa avrebbe dichiarato, che l’incidente sarebbe dovuto ad una improvvisa avaria all’impianto frenante.

Come riporta il suo portavoce, Alberto Crescenti, il SAME (Sistema de Atención Médica de Emergencia) ha provveduto a distribuire i bisognosi di cure su oltre 13 strutture tra ospedali e cliniche dell’area della Capital Federal avvalendosi di circa trenta ambulanze

La Polizia Federale riporta in un comunicato «49 persone sono morte questa mattina nell’incidente verificatosi alla stazione di Once dove un treno delle linee Sarmiento è andato a sbattere contro le barriere di contenzione». Qualche minuto prima, Daniel Russo, direttore della Defensa Civil del Gobierno di Buenos Aires aveva provveduto ad aggiornare a seicento la lista dei feriti.

Ad incidente appena avvenuto la scena che si presenta ai primi soccorritori appare apocalittica, decine, centinaia di persone ammassate e incastrate, in quello che resta degli scompartimenti, che gridano terrorizzate e sofferenti. I filmati lo testimoniano ampliamente. I feriti sembrano moltiplicarsi a vista d’occhio e le ambulanze non bastano.

La zona viene subito recintata ed è impedito l’accesso a chiunque non debba partecipare ai soccorsi.  I passeggeri feriti sono distribuiti in differenti zone della stazione secondo la gravità delle lesioni che presentano. Nell’area verde dove si trovano coloro che hanno riportato traumi e ferite giudicate non gravi ci sono un centinaio di persone con i segni di quello che hanno appena vissuto, tagli e ferite sul viso, sulle gambe, sulle braccia, i vestiti lacerati e macchiati di sangue e tutti presentano lo stesso sguardo di angoscia e di paura. Nelle altre sale i feriti più gravi in attesa di essere trasferiti negli ospedali. Poco prima di mezzogiorno un passeggero appena estratto dalle lamiere viene rianimato direttamente nella hall della stazione.

I superstiti di quello che è il secondo incidente ferroviario di sempre (per Buenos Aires), in grado di farlo, raccontano l’accaduto riferendo unanimemente che il treno che proveniva da Moreno è entrato in stazione troppo veloce ed ha terminato la sua corsa contro i respingenti.

La Farnesina ha fatto prontamente sapere che non si hanno notizie, allo stato attuale, di cittadini italiani coinvolti direttamente nel disastro.

Horacio Caminos  e Ruben Sobrero, leader sindacali dei lavoratori delle linee ferrovie Sarmiento non esitano a denunciare lo stato di obsolescenza dei mezzi e la totale incuria da parte di TBA, colpevole di non investire sul loro rinnovamento.

Nell’ultimo anno sono stati almeno 4 incidenti ferroviari mortali con deragliamento e feriti. In questa prima parte dell’anno fino al disastro di oggi la maggior parte degli incidenti erano da ricollegare al sovraccarico e alla scarsa sicurezza che caratterizza la maggior parte dei convogli: un uomo è morto il 13 gennaio dopo essere caduto dal treno che viaggiava da Retiro a San Martin. Solo questo mese ben otto passeggeri sono rimasti feriti, viaggiando sulla stessa tratta, mentre arrivavano alla stazione Palermo. Mentre il cinque gennaio una donna che viaggiava con i suoi due bambini è morta finendo tra la piattaforma e la carrozza nel tentativo di raggiungere un ladro che le aveva sottratto un cellulare. Il 2 gennaio scorso era deragliato un treno, proveniente da Retiro, che viaggiava con 1400 passeggeri a bordo, fortunatamente senza causare feriti. Due settimane prima un locomotore nella stazione di Temperley si era schiantato determinando il ferimento di 17 persone. Il 28 di novembre un deragliamento nei pressi di Mar del Plata, undici giorni dopo che un motociclista era stato travolto dal treno di Belgrano a pochi metri dalla stazione Alberti. Ancora: un treno contro un autobus al Puerto Madero di Buenos Aires il 26 di ottobre. Il 2 dello stesso mese un vice preside e sei ragazze tra 10 e 11 anni uccisi in un altro scontro tra un treno e un autobus. Sempre uno scontro tra un treno e un bus il 13 settembre causò la morte di undici persone e 228 feriti. Poco più di un anno fa un treno delle Ferrobaires ne travolse un altro nelle vicinanze di San Miguel, 4 furono i morti e più di cento le persone ferite. 

 

Marco Mura

Ultimo aggiornamento Giovedì 23 Febbraio 2012 02:00
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia


Warning: file_get_contents(http://oiswww.eumetsat.org/IPPS/html/MSG/IMAGERY/IR108/COLOR/CENTRALEUROPE/index.htm) [function.file-get-contents]: failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.diario24notizie.com/home/modules/mod_weather/mod_weather.php on line 31
Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2019 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner