Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

La poetica umanità di Dostojevskij al Teatro Stabile della Sardegna
È terminato ieri sera il Festival di Filosofia organizzato dal Teatro Stabile della Sardegna. Grande successo per quest'evento che ha visto avvicendarsi dal 24 al 27 Marzo filosofi di fama inte…

Arrestato un pachistano per l'attentato a Times Square PDF Stampa E-mail
Esteri - Esteri
Scritto da Daniela Vargiu   
Mercoledì 05 Maggio 2010 00:00

L’attentato di quattro giorni fa a Times Square ha creato grande timore e allarme, anche se fortunatamente è fallito. Il Presidente Barack Obama ha assicurato agli americani che verrà fatta giustizia, e proprio oggi c’ è stato il primo arresto: Faisal Shahzad è il sospettato dell’attentato, un pachistano di 30 anni, che risiede in Connecticut, a Bridgeport, e che è diventato un cittadino americano un anno fa, nell’aprile del 2009. L’arresto dell’uomo è avvenuto mentre era diretto in Pakistan. Infatti è stato catturato all’aeroporto Jfk di New York, a bordo di un aereo che presto avrebbe fatto scalo a Dubai, per poi arrivare in Pakistan. 

 Le indagini sono volte a cercare un collegamento tra l’uomo ed il terrorismo. Shahzad ha dichiarato di essersi addestrato in azioni terroristiche nel Wiziristan – come è scritto del documento che lo incrimina presentato ieri al tribunale di Manhattan - , ed ha sostenuto di aver agito da solo, anche se si sta indagando per cercare eventuali complici. Il presunto attentatore è stato riconosciuto grazie ad una foto, riconosciuta da un uomo che gli aveva venduto una macchina. La vettura in questione è proprio quella che, imbottita di fuochi d’artificio ed esplosivi vari, è stata fatta esplodere nella piazza, dopo che lui stesso l’aveva guidata fino qui.

Il ministro della giustizia degli Usa, Eric Holder, ha detto, in una conferenza stampa svoltasi subito dopo l’arresto, che il fallito attentato faceva parte di un progetto terrorista che aveva intenzione di uccidere degli americani; sempre Holder nota che le indagini stanno seguendo varie piste.

Un funzionario pakistano ha dichiarato l’intenzione pakistana a voler collaborare con gli Usa nella ricerca del colpevole, e nella lotta contro il terrorismo: "Tra il Pakistan e gli Stati Uniti è già in atto una solida cooperazione nella lotta al terrorismo. Se sarà necessario collaboreremo ancora di più con gli Usa". Il Presidente Obama ha constatato quanto la vita degli americani sia costantemente minacciata “dai nemici dell’America”, ma ha anche voluto sottolineare che i newyorkesi non vivono sotto la paura, e sono esempio di questo per gli altri. 

Daniela Vargiu

Ultimo aggiornamento Mercoledì 05 Maggio 2010 08:24
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia


Warning: file_get_contents(http://oiswww.eumetsat.org/IPPS/html/MSG/IMAGERY/IR108/COLOR/CENTRALEUROPE/index.htm) [function.file-get-contents]: failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.diario24notizie.com/home/modules/mod_weather/mod_weather.php on line 31
Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2020 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner