Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

Strage ferroviaria di Buenos Aires: nuovi sviluppi
Sale la polemica a seguito del gravissimo incidente ferroviario avvenuto nella stazione di Once, il 22 febbraio scorso, in pieno centro a Buenos Aires. Mentre il bilancio ancora provvisorio, vis…

Le metafore aiutano a capire il mondo PDF Stampa E-mail
Scienza - Scienza
Scritto da Elisabetta Gola   
Lunedì 18 Giugno 2012 22:40

Dai sillogismi alle poesie, dai modelli scientifici agli esperimenti mentali, le metafore ci aiutano a rappresentare il mondo e a capire noi stessi. Più di quindici studiosi delle università di Cagliari e Urbino hanno esaminato i diversi aspetti del ruolo della metafora in alcuni ambiti scientifici e in generale nei processi di argomentazione nel workshop che si è svolto il 13 e il 14 giugno a Cagliari.

L’incontro “Metafora e argomentazione” è stato organizzato dal gruppo di ricerca LinguisticaMente (http://people.unica.it/linguisticamente/), con la collaborazione del gruppo ALoPhiS (Applied Logic, Philosophy and History of Science, http://people.unica.it/alophis/) del Dipartimento di pedagogia, psicologia, filosofia dell’Università di Cagliari, dal gruppo Synergia Research Group in Logic, Language, Cognition, History and Philosophy of Sciences dell’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo” (http://synergia.jimdo.com/) e da APhEx. Portale italiano di filosofia analitica (www.aphex.it). Un primo meeting che sigla una collaborazione scientifica dei gruppi coinvolti, attorno a un tema di lavoro comune su cui appare sempre più necessaria una prospettiva interdisciplinare.
Tale interdisciplinarietà era presente sin dalle origini del pensiero occidentale, nelle prime formulazioni legate alla dimensione della metafora, nelle opere Aristoteliche, la “Poetica” e la “Retorica” in particolare. Del ruolo imprescindibile della metafora nei processi comunicativi e logici era infatti ben consapevole Aristotele che alla metafora attribuiva il compito di porre le cose sotto gli occhi e favorire l’apprendimento.
Questo suo ruolo è stato riscoperto di recente dall’epistemologia, come hanno messo in evidenza Massimo Sangoi nel suo intervento “Metafore scientifiche: caratteristiche e funzione” e Valentina Favrin e Pietro Storari ripercorrendo il pensiero dell’epistemologa Mery Hesse relativamente al ruolo delle metafore nel linguaggio. Gli aspetti retorico-letterari non sono certo secondari, soprattutto quando si esplorano le metafore più vitali e creative, la cui efficacia si dipana in intere opere letterarie, come ha mostrato Giuseppe Bomprezzi, nella sua relazione su Bontempelli, Calvino, Montale e Luzi.
Francesca Ervas, Giuseppe Sergioli, Antonio Ledda e Claudio Ternullo hanno mostrato, nel corso della seconda giornata, come l’uso metaforico, piuttosto che polisemico o ambiguo, delle parole possa interferire con la nostra capacità di usare e riconoscere ragionamenti scorretti e fallaci. Per approfondire e verificare questa tesi è stato avviato un interessante esperimento, presentato nel corso dell’incontro, i cui risultati potrebbero aprire interessanti prospettive di analisi. L’efficacia degli esperimenti mentali, proposti dai filosofi della mente, è stata discussa da Adriano Angelucci e Marco Giunti. La differenza di impatto tra un modello e una metafora scientifica è stata invece portata all’attenzione dei partecipanti da Sara Matera, che ha raccontato l’ipotesi Gaia, ovvero la metafora della terra come sistema vivente, secondo la versione di James Lovelock.
Una delle relazioni conclusive ha riportato infine al centro dell’attenzione uno degli argomenti principe della filosofia e della logica: la costruzione dei concetti e il nesso che tale ontogenesi ha con la metafora. A illustrarlo è stato Vincenzo Fano, epistemologo e filosofo della scienza dell’Università di Urbino: nella scala dei concetti, la metafora arriva, secondo la sua ricostruzione, nelle specie che sono consapevoli della propria possibilità di costruire concetti nuovi, quindi – di fatto – negli esseri umani dotati di linguaggio.
Un dialogo quanto mai aperto e articolato in prospettive disciplinari differenti di cui il workshop cagliaritano-urbinate ha rappresentato un proficuo dibattito.

 

Elisabetta Gola

Ultimo aggiornamento Martedì 19 Giugno 2012 08:44
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia


Warning: file_get_contents(http://oiswww.eumetsat.org/IPPS/html/MSG/IMAGERY/IR108/COLOR/CENTRALEUROPE/index.htm) [function.file-get-contents]: failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.diario24notizie.com/home/modules/mod_weather/mod_weather.php on line 31
Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2020 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner