Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

Nuovi contagi all'Ospedale Gemelli di Roma
Salgono a 16 i neonati contagiati dall'infermiera affetta da tubercolosi al Policlinico Gemelli di Roma. Altri tre casi sono stati accertati ieri: tre femmine e un maschio. Tre nati a marzo, uno…

Impronte degli Dei PDF Stampa E-mail
Mistero - Mistero
Scritto da Andrea Governi   
Lunedì 23 Luglio 2012 18:18

La savana africana compresa dal sud dell’Angola fino al sud Africa è una zona scarsa di vegetazione per la mancanza di precipitazioni; ciò nonostante è una zona ricca di vita. Tra le forme di vita in essa presenti sono state scoperte nel 2005  “entità” di inspiegabile natura: delle macchie perfettamente circolari con diametro dai due ai dodici metri, che butterano il terreno. Secondo Walter Tschinkel, professore di scienze biologiche presso l’Università della Florida, uno dei pochi che si è impegnato allo studio di un fenomeno ancora sconosciuto alla scienza, i cerchi, meglio conosciuti come cerchi delle fate, sarebbero vivi, avrebbero una dinamica; infatti i più piccoli avrebbero vita fino ai venticinque anni, mentre i più grandi arriverebbero fino ai settantacinque. Alcuni dei cerchi che il professore ha esaminato dal momento della loro scoperta, sarebbero invece scomparsi.

Quando Il professor Tschinkel,  che si è seriamente dedicato allo studio dei cerchi, si imbattè per la prima volta nei piccoli crateri nel 2005 in Namibia, ebbe una intuizione che poi si rivelò essere ingannatrice: credette che tali cerchi fossero creati dalle termiti; ma una analisi approfondita ha da subito negato questa eventualità.

Gli studi che vennero condotti in merito al fenomeno dei cerchi delle fate sono sempre stati episodici ed approssimativi, proprio per questo è stata promossa una iniziativa che contribuirà ad incassare somme necessarie al finanziamento di studi approfonditi: l’adozione di un cerchio! I proprietari del cerchio vengono forniti delle coordinate di longitudine e latitudine del cerchio di modo che possano averlo sempre sotto controllo con il supporto di Google Earth.

Allo stato dei fatti è sicuramente ardito fare delle supposizioni sulla natura dei cerchi delle fate, non essendoci stati ancora studi approfonditi sulle loro dinamiche se non relativamente alla loro durata.

Gli abitanti delle zone in cui i misteriosi buchi  fanno capolino dal terreno, hanno sempre identificato tale fenomeno con il nome di “orme degli Dei”.

Ciò ci può ricondurre ad una matrice extraterrestre del fenomeno, ripercorrendo quel filone che collega le divinità delle antiche tribù e dei popoli più antichi tra cui le civiltà Maya ed Atzeca,  ad ipotetiche visite ancestrali compiute da viaggiatori del cosmo.

Ma nel nostro caso le orme sono un qualcosa di “fresco” quindi si potrebbe ricollegare ad atterraggi recenti di equipaggi interstellari. Ma che significato avrebbe allora la durata nel tempo di tali impronte nel terreno e la scomparsa repentina di altre. Alla pari dei cerchi di grano, l’ipotesi ufologica in merito alle orme degli Dei solletica molte menti, ma in assenza di prove scientifiche si può dire tutto ed il contrario di tutto.

Prima di poterci librare in voli pindarici sulla natura paranormale dei crateri che spuntano sul terreno arido della savana del sud Africa sarà meglio attendere i risultati delle indagini scientifiche che verranno compiute, per ora il fenomeno è sesso degli angeli.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 03 Ottobre 2012 14:27
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia


Warning: file_get_contents(http://oiswww.eumetsat.org/IPPS/html/MSG/IMAGERY/IR108/COLOR/CENTRALEUROPE/index.htm) [function.file-get-contents]: failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.diario24notizie.com/home/modules/mod_weather/mod_weather.php on line 31
Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2020 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner