Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

V4B Video Blind: Internet a misura di tutti
Nasce V4B, il modo per vedere video su youtube anche per i ciechi. A generare l’idea uno studente non vedente dell’Istituto Costa di Lecce, Vincenzo Rubano. Lui, un ragazzo di 17 anni dell…

Habitat Lab: l’edilizia ecosostenibile del futuro PDF Stampa E-mail
Tecnologia - Tecnologia
Scritto da Paola Angelotti   
Mercoledì 10 Ottobre 2012 17:11

Nuovo polo tecnologico di riferimento della “cultura dell’abitare”, ispirato alla salvaguardia dell’ambiente e al benessere dell’uomo, è l’Habitat Lab. Inaugurato lo scorso 3 ottobre a Corsico (Mi) dalla divisione italiana della multinazionale Saint-Gobain,  propone al mercato italiano un approccio integrato di sistemi e soluzioni per soddisfare le esigenze dell’edilizia moderna, con un’attenzione al risparmio energetico, al comfort termo-acustico e alla sostenibilità ambientale. Lo spazio polifunzionale, realizzato ristrutturando un’area preesistente della zona industriale, accoglie un laboratorio aperto sull’edilizia del futuro. Qui, uno showroom situato sia negli spazi esterni che in quelli interni permette di visualizzare il programma di soluzioni proposte da Saint-Gobain.

Nel laboratorio Habitat Lab si progettano e producono soluzioni innovative per realizzare edifici in termini energetici, proponendo l’utilizzo di materie prime naturali riciclate e riciclabili e impianti per la produzione di energia, tutto all’interno del massimo confort visivo, acustico e termico possibile. I materiali sono, per quanto possibile, autoctoni e rigenerabili, quali scarti di cantiere, isolanti minerali a km zero o eco-friendly.

Da una sagace scelta dell’orientamento degli edifici: le aperture rivolte a nord sono ridotte allo stretto necessario, tanto gli involucri esterni quanto quelli interni, pavimenti e copertura compresi, sono studiati per mantenere costante la temperatura interna e per favorire il miglior isolamento acustico possibile. Le vetrate a triplo strato sono in grado di modificare la quantità della luce e del calore in entrata e, grazie a una pellicola a cristalli liquidi, sono in grado di alternare la modalità trasparente a quella translucida. Il tutto è affiancato dalla tecnologia Activ’Air che, applicata alla superficie delle pareti interne e di alcuni controsoffitti, è in grado di assorbire oltre il 70% dei composti organici volatili presenti nell’aria e di trasformarli in elementi inerti.

Insieme a impianti fotovoltaici che permettono la completa autonomia delle strutture, l’energia in eccesso viene convogliata verso colonnine per la ricarica delle auto elettriche, sono previsti anche circuiti separati per il riciclaggio delle acque reflue; ridotta al minimo anche la deforestazione, Saint Gobain propone, infatti, parquet di bambù, che anche se non esattamente a km zero, in virtù della rapidità di crescita di queste piante, permettono di salvaguardare 5,5 ettari di foreste primarie ogni anno.

Dulcis in fundo l’Academy Saint-Gobain organizza inoltre dei corsi di formazione erogati in modalità e-learning, in modo da permettere a tecnici e professionisti di apprendere le nuove tematiche della progettazione attraverso il web, a costi contenuti e a domicilio, ribadendo ancora una volta la sua politica di ecosostenibilità e di proiezione verso il futuro.

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 10 Ottobre 2012 18:37
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia

Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2019 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner