Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

L'autismo tra scienza e narrazione: Francesca Ervas presenta il libro di Fulvio Ervas
Fulvio Ervas, uno scrittore, e Francesca Ervas, filosofa esperta di patologie della comunicazione, si sono confrontati sul tema dell’autismo davanti a un pubblico numeroso e attento negli spaz…

Cagliari, X° Meeting dei gdM: dichiarazione finale PDF Stampa E-mail
Italia - Italia
Scritto da Daniela Vargiu   
Lunedì 10 Maggio 2010 14:15

Dal 6 al 9 maggio si è svolto a Cagliari un importante incontro tra i giornalisti di 30 paesi del bacino Mediterraneo. Il meeting, giunto alla sua decima edizione, è stato organizzato dai giornalisti della International Federation of Journalist (IFJ) e della Federazione Nazionale della Stampa Italiana (FNSI), con la  collaborazione dell’Associazione Stampa Sarda, ed il patrocinio della Regione Sardegna. Lo scopo di questa tre-giorni  era quello di costruire la fiducia nel futuro del giornalismo di area mediterranea, tenendo conto di quei punti fondamentali che sono il rispetto delle diversità, la tolleranza, e l’importanza del dialogo e solidarietà verso il lavoro giornalistico. 

Con il contributo dei giornalisti provenienti dai 30 diversi paesi del Mediterraneo, è stata redatta una “Carta di Cagliari”, dichiarazione ufficiale di tutti i punti fondamentali per il futuro del giornalismo in area mediterranea.  La dichiarazione ufficiale è avvenuta domenica 9 maggio, sotto la coordinazione di Franco Siddi, Segretario Generale Fnsi, e Mario Guastoni. 

Nella conferenza stampa Franco Siddi ha illustrato il contenuto ed i risultati del documento, sostenendo che l’informazione debba essere libera  da propaganda, dalle violenze e da conflitti di vario genere, poiché solo in questo modo la società può trarne beneficio e considerare l’informazione “il pane buono da consumare ogni giorno”. Il confronto è avvenuto a  partire dall’identità di ciascuna personalità, ed è stato fatto uno sforzo per affermare che le diversità devono essere una ricchezza, e mai estremizzate per allargare divergenze tra le comunità, collocate per diverse ragioni – geografiche, culturali, nascita, religione- su posizione differenti.  La Carta-Dichiarazione di Cagliari intende sostenere il ruolo dei giornalisti nella costruzione di società democratiche e nella promozione della pace e riconciliazione  e sviluppo duraturo. 

L’ impegno è quello di  promuovere le regole etiche per un giornalismo “fatto  di verità e responsabilità, in linea con i principi  della Ifj, la Federazione Internazionale dei Giornalisti, di creare una rete europea per la diversità nel giornalismo, che combatta il razzismo e richiami l’attenzione sulla necessità dei media nel rappresentare tutte le opinioni della società, comprese le voci delle minoranze”. 

La sicurezza e protezione di tutti i giornalisti sono fondamentali per la stampa e la vita democratica di ogni paese. Devono essere inoltre ridotti i rischi nelle zone di conflitto, e le difficoltà dei giornalisti , a seguito di restrizioni per superare le frontiere negli altri paesi.

Franco Siddi ha sottolineato il  bisogno di lavorare assieme, andando oltre le contrapposizioni politiche, e  promuovendo il dialogo comune al fine di  fronteggiare le minacce che arrivano da molteplici settori. Il meeting è stata un’occasione di dialogo amichevole e franco sulle tensioni e conflitti, in particolare quello in area mediorientale.  Siddi nota che l’informazione è spesso però utilizzata come uno strumento, mentre il suo ruolo e quello di “contribuire alla conoscenza  e comprensione tra i popoli, al rispetto della dignità umana e dei diritti dell’uomo”.

 

Sabato 8 maggio in Italia si è celebrata  la giornata dedicata alle vittime nel mondo a causa del terrore,  ed il 3 maggio era la giornata mondiale della libertà di stampa legata ai giornalisti vittime dei conflitti, guerre e violenze: il meeting del Mediterraneo  è stata un’occasione  di incontro per libertà e pace, e solidarietà per questi giornalisti vittime di violenza.

 

Siddi ha accolto  con grande favore, a nome di tutti i giornalisti presenti al meeting, l’invito del sindaco di Cagliari e tutta la Regione, a rendere questa città  centro stabile di promozione del dialogo tra i media della regione mediterranea.  L’augurio è quello di realizzare vari incontri utili a rafforzare la conoscenza, solidarietà e comprensione  delle varie diversità.

 

Daniela Vargiu 

Ultimo aggiornamento Lunedì 10 Maggio 2010 18:04
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia


Warning: file_get_contents(http://oiswww.eumetsat.org/IPPS/html/MSG/IMAGERY/IR108/COLOR/CENTRALEUROPE/index.htm) [function.file-get-contents]: failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.diario24notizie.com/home/modules/mod_weather/mod_weather.php on line 31
Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2020 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner