Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

Viaggio online o in agenzia
Quando arriva il desiderio incontrollato di dire Stop! alla routine, alla vita di ogni giorno e alla stanchezza fisica e mentale, allora è preferibile darci un taglio deciso e organizzare un be…

Intervista sulla pedofilia fa crollare i vertici della BBC PDF Stampa E-mail
Esteri - Esteri
Scritto da Paola Angelotti   
Domenica 18 Novembre 2012 18:46

Una storia dell’orrore quella raccontata da Steve Messham in un’intervista mandata in onda lo scorso 2 novembre su “Newsnight”, programma di punta della BBC News. Intervista che ha costretto i vertici dell’azienda a rassegnare repentinamente le dimissioni e a pagare un indennizzo di 185 mila sterline. Messham fu ospite dell’orfanotrofio di Wrexham, nel Galles del nord, tra gli anni 70 e 80 da dove lui e altri minorenni venivano sistematicamente prelevati e portati in un appartamento per essere abusati sessualmente e fotografati dai loro aguzzini. Dell’ottantina di polaroid dell’orrore ne esisterebbero ancora cinque o sei, prelevate di nascosto dallo stesso Messham dall’appartamento degli orrori. Fu alla fine degli anni 90 che un processo tentò di far luce su questo e su un'altra quarantina di fatti analoghi , ma venne poi messo tutto a tacere. Messham afferma di essersi recato al posto di polizia durante la fase inquisitoria mostrando alcuni scatti che lo immortalano insieme a un noto personaggio del partito conservatore, ma gli fu risposto, che quel nome doveva esser taciuto. Così com’è stato taciuto durante l’intervista.

Sull’onda dell’indignazione e del ribrezzo il nome di lord Alistar McAlpine, tesoriere dei “Tories” durante l’era Thatcher, compare sui social network riguardo ai fatti narrati da Messham; retwettato più di tremila volte in poche ore, rimbalza da un capo all’altro del mondo. La risposta non si fa certo attendere.

Andrew Reid,portavoce dello studio legale a cui si è affidato McAlpine, si rifarà principalmente sulla fonte ispiratrice di tali considerazioni, per quanto non esplicitate, che definisce "false e gravemente diffamatorie", chiedendo un indennizzo di circa 230 mila euro alla BBC. Il team legale sta inoltre setacciando il web per venire a capo degli utenti che per primi hanno messo in circolazione il nome di McAlpine. Nell’occhio del ciclone un tweet postato dalla moglie dello Speaker della Camera dei Comuni Sally Bercow, che si sarebbe, infatti, rifiutata anche solo di porgere le sue scuse. Nel Regno Unito, così come in Italia, i blog e i social network sono infatti soggetti alla legislazione propria della stampa cartacea che prevede sanzioni penali per coloro che ne violino le norme.

McAlpine ha dichiarato non solo di non essere mai stato nell’orfanotrofio di Wrexham, ma di non aver mai neppure soggiornato nei suoi paraggi, così come in nessun altro orfanotrofio o struttura analoga. “Non ho proprio una Rolls-Royce” - prosegue il Lord- “ non ho mai avuto una 'carta d'oro' o 'carta di Harrods', ne’ ho mai usato dopobarba”, riferendosi a dettagli indicati nell’intervista. Conclude affermando di non aver abusato sessualmente del signor Messham così come di nessun altro residente dell’orfanotrofio di Wrexham.

Newsnight è stata sospesa, la BBC News commissariata, George Entwistle, direttore generale dell’emittente si è dimesso non senza porgere prima le sue scuse seguito dal direttore responsabile delle News Helen Boaden e dal suo vice Steve Mitchell. Anche Steve Messham ha porto le sue scuse, ma ha anche riferito di un incontro col Segretario gallese David Jones con cui si sarebbe discusso di quanto fosse stato coperto e di ciò che non avrebbe dovuto esserlo."Credo che l'indagine seguirà un percorso diverso questa volta ... io sono abbastanza ottimista", ha aggiunto.

Theresa May, Segretario di Stato per gli Affari Interni, ha ora annunciato che il direttore generale della National Crime Agency, Keith Bristow valuterà le accuse di abusi sui minori avvenute presso le strutture di accoglienza del Galles del nord, mentre si auspica che il nome di chi non deve essere nominato veda finalmente la luce in un’aula di tribunale.

Paola Angelotti

Ultimo aggiornamento Lunedì 19 Novembre 2012 21:53
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia

Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2018 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner