Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

I nuraghi di Torralba
Il signor Augusto Mulas, agrotecnico di Ozieri  con una spiccata vena per l’archeologia, autore del libro “Ipotesi sull’utilizzo dei Nuraghi”, sostiene di aver fatto una scoperta straor…

Per questo mi chiamo Giovanni PDF Stampa E-mail
Libri - Libri
Scritto da Erika Carta   
Martedì 22 Gennaio 2013 14:42

"Mi auguro che questo libro venga molto letto e molto commentato, che faccia parlare della giustizia, dei valori per i quali Giovanni è vissuto e si è sacrificato. Spero che possa servire agli insegnanti e ai genitori per far capire ai ragazzi che cos'è la mafia e come la si può combattere, da grandi e da piccoli, nella vita di tutti i giorni". Queste parole concludono un meraviglioso lavoro di Luigi Garlando "Per questo mi chiamo Giovanni" e a pronunciarle è la sorella di Giovanni Falcone, Maria.

"Per questo mi chiamo Giovanni" è un libro per ragazzi che racconta la storia di Giovanni Falcone, un uomo che ha combattuto contro la mafia e purtroppo ne ha pagato le conseguenze. I protagonisti principali del libro sono due: un padre che racconta la storia di Givanni Falcone al figlio di 10 anni; il tutto è narrato nell'arco di una giornata e insieme, padre e figlio, ripercorrono i luoghi più significativi della vita del magistrato.

Giovanni Falcone nasce a Palermo nel 1939, si laurea in giurisprudenza e inizia la sua carriera di magistrato. Nel 1979 inizia a lavorare presso l'Ufficio Istruzione di Palermo ed è proprio qui che inizia la sua battaglia contro la mafia e sarà proprio quest'ultima ad uccidere in magistrato il 23 Maggio 1992 a Capaci dove, cinquecento chilogrammi di tritolo fa saltare il aria la macchina del magistrato. Nella strage di Capaci morirono, oltre a Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e tre uomini della scorta. Ripercorrendo le tappe della vita del magistrato, padre e figlio si ritrovano poi davanti ad un albero, il così detto "Albero Falcone", dichiarato ormai bene culturale.

"L'albero Falcone è un albero sacro, simbolo delle stragi mafiose, testimonianza e ricordo commosso dei tanti che non vogliono dimenticare e arrendersi alla ferocia mafiosa. Esso è meta di persone durante tutto l'anno: adulti, ragazzi, bambini lasciano attaccati sul suo tronco disegni, messaggi, lettere, fotografie e non solo, sul tronco di questo ficus si trovano messaggi, protetti da delle buste di plastica, di tre Presidenti della Repubblica".

Quest'albero si trova in via Notarbartolo, di fronte al palazzo dove abitavano Giovanni Falcone e sua moglie. "Per questo mi chiamo Giovanni" un libro bello, educativo e commovente; adatto a bambini e adulti. Un libro che racconta la mafia ma sopratutto racconta chi, come e perché combatterla. Questo grande uomo una volta ha detto: "chi tace e chi piega la testa muore ogni volta che lo fa, chi parla e chi cammina a testa alta muore una cola volta".

Erika Carta

Ultimo aggiornamento Martedì 22 Gennaio 2013 19:29
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia

Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2019 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner