Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

Un bagno nelle terme
Se si ha necessità di godere di qualche giorno di relax il luogo più adatto è rappresentato dalle terme. I servizi offerti sono vantaggiosi sia per un breve soggiorno sia per una cura medica …

Obama ferma la corsa contro l’aborto PDF Stampa E-mail
Esteri - Esteri
Scritto da Denise Lai   
Lunedì 04 Febbraio 2013 00:00

È ufficiale, il 70% degli americani è favorevole all’aborto, legalizzato dalla sentenza Roe vs. Wade di circa quarant’anni fa.
Lo dimostra un sondaggio pubblicato a fine gennaio dal Wall Street Journal, in occasione dell’anniversario della sentenza emessa dalla Corte Suprema. È il presidente Obama, allora a dover cambiare strategia, considerato il cambiamento del pensiero della maggioranza nei confronti di un tema così delicato. E lo fa proprio nel suo discorso dell’Inauguration, quando egli stesso rivendica il diritto e il dovere del Governo di intervenire nella guida del Paese. Questo significa la fine della corsa ad un emendamento costituzionale, o legge federale, che vieti l’aborto, in generale, negli Stati Uniti. Una battaglia sostituita da minori interventi legislativi, che mirano a limitare la pratica dell’aborto per casi specifici (per esempio quello chimico).

Le reazioni sono state diverse, c’era da aspettarselo. Mentre i progressisti esultavano, Karl Rove (ex consigliere di Bush) e, in generale, i repubblicani, hanno recepito il cambiamento come una minaccia ai loro valori. Alcuni conservatori più moderati, invece, come David Brooks (editorialista del New York Times), hanno approvato in un certo senso la posizione di Obama.

Restano, però, in attesa di una valida alternativa, per la quale è necessario definire i casi specifici nei quali è accettabile un compromesso, e quelli in cui, invece,  non sono possibili margini di dialogo.
Il sondaggio, però, ha rivelato anche altri punti sul pensiero americano e sui temi di dibattito attuali. Non soltanto aborto, ma matrimoni gay, tasse, welfare, riscaldamento globale, armi.
Il presidente americano ha, nei giorni scorsi, preso parte al tradizionale giorno di preghiera nella National Cathedral  di Washington, la chiesa intenzionata a celebrare matrimoni tra coppie omosessuali.
Ci sarà un cambiamento anche su questo fronte? Ancora è presto per dirlo, così come è affrettato parlare di veloci cambiamenti per tutti gli altri temi che coinvolgono l’opinione pubblica americana.
Una cosa è certa: se il presidente punterà su questa maggioranza più liberale, i repubblicani gli daranno sicuramente filo da torcere.

Denise Lai


Ultimo aggiornamento Venerdì 08 Febbraio 2013 13:49
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia


Warning: file_get_contents(http://oiswww.eumetsat.org/IPPS/html/MSG/IMAGERY/IR108/COLOR/CENTRALEUROPE/index.htm) [function.file-get-contents]: failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.diario24notizie.com/home/modules/mod_weather/mod_weather.php on line 31
Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2019 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner