Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

PS4 vs Xbox One: da novembre si parte
La "guerra" tra le console di nuova generazione è fissata per il 2014. Le date di uscita sono quelle ufficiali, almeno per quanto riguarda casa Sony: la Playstation 4 sarà disponibile nei n…

"Carnevalinas: un carnevale "per tutti PDF Stampa E-mail
Sardegna - Sardegna
Scritto da Elio Gola   
Giovedì 14 Febbraio 2013 21:40

Per molti ragazzi, spesso adolescenti, il carnevale può trasformarsi da semplice momento di svago in una poco saggia scommessa con i limiti del proprio fisico a causa di alcolici e altre sostanze stupefacenti assunti talvolta con troppa leggerezza. Nelle edizioni precedenti del Carnevalinas (ma anche nei carnevali degli altri paesi la situazione è analoga) questa abitudine ha costretto le unità di pronto soccorso a intervenire su diversi ragazzi la cui salute era in serio pericolo.

Quando non è direttamente l’alcool o la droga a creare problemi intervengono altri fattori riconducibili quasi sempre agli eccessi alcolici: bottiglie in vetro lasciate in frantumi per strada, bastoni e molestie ne sono solo alcuni esempi.

 

Il sindaco di Guspini nel tentativo di prevenire gli eventi che potrebbero compromettere la salute e la sicurezza pubblica, corre ai ripari per tempo, mettendo in atto una serie di significative azioni per prevenire, o almeno arginare, il fenomeno.

Il tentativo è quello di ridurre la presenza di bottiglie in vetro lungo il percorso della sfilata e anche quelle in plastica spesso riempite di micidiali cocktail. La speranza è che, partecipanti più “presenti”, significhi un carnevale di sano divertimento e non sirene spiegate e corse al pronto soccorso.

L’ultimo dei provvedimenti in ordine di tempo è un’ordinanza, ampiamente motivata nella parte iniziale, emanata oggi dal primo cittadino, che vieta la vendita di tutte le bevande per asporto ad eccezione dell’acqua (puó essere contenuta in bottigliette di plastica da mezzo litro) e che arriva dopo una serie di accorgimenti che vanno dalla organizzazione delle unità mobili di pronto soccorso al coinvolgimento di numerose associazioni del territorio. L’ordinanza nello specifico prevede una serie di norme che saranno in vigore dalle 13.00 alla mezzanotte di sabato 16 febbraio: non si potranno vendere bevande per asporto e non si potranno portare con sé bottiglie o altri contenitori per liquidi (eccezion fatta per l’acqua in contenitori infrangibili da max. 500 ml) eliminando così, almeno questa è l’intenzione, oggetti in vetro spesso ridotti in frantumi e lasciati per strada; per le stesse ragioni di sicurezza non si potranno vendere e portare materiali potenzialmente pericolosi che vanno dai petardi alle bombolette spray, ma anche caschi da motociclista, zaini e borsoni indossati durante la sfilata.

Chi non dovesse rispettare l’ordinanza rischia multe fino a 500 euro.

L’attività di prevenzione non si limita però ai divieti, mirando ai servizi che possono risultare utili durante le grandi manifestazioni e resi possibili grazie al coinvolgimento di ASL, forze dell’ordine e Associazioni di volontariato. Al palazzetto dello sport, dalle 16 alle 24, in collaborazione con la ASL, sarà attivata una Postazione Medica Avanzata che, coordinata dal 118, vedrà impegnati 2 medici, 2 infermieri, 1 autista soccorritore, un' equipe di volontari di supporto agli operatori dei mezzi di soccorso e un' equipe di volontari per l’eventuale trasferimento dei pazienti al pronto soccorso. A questo vanno aggiunte le 5 associazioni di volontariato del servizio 118, le forze dell’ordine (la cui presenza sabato sarà rafforzata anche da una nutrita squadra di guardie giurate), oltre a quanti collaboreranno attraverso l’Associazione Turistica Pro Loco alla buona riuscita dell’evento.

Non resta che aspettare Sabato sera per vedere se, le energie messe in campo dall'amministrazione comunale, dalla Pro Loco e i carristi, verranno ripagate da un carnevale che possa essere ricordato per i carri, la musica, i balli e non per il bollettino degli incidenti della serata com'è accaduto, anche recentemente, in comuni vicini.

Elio Gola

Ultimo aggiornamento Domenica 17 Febbraio 2013 09:53
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia

Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2019 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner