Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

Cultura e biologia: una risposta dalle scienze cognitive
Gli esseri umani sono animali: umani, politici, sociali, ma animali. Il loro essere biologico è dato dalla loro animalità, il loro essere umani dalla loro cultura. In altri termini, gli esseri…

Scontri a Bangkok: ferito un reporter italiano PDF Stampa E-mail
Esteri - Esteri
Scritto da Marco Mura   
Martedì 18 Maggio 2010 02:07

Flavio Signori, un giornalista e fotoreporter italiano è stato ferito durante gli scontri di piazza tra le forze dell’ordine e le “camicie rosse” a Bangkok. È quanto si apprende da un comunicato della Farnesina. Il nostro connazionale, quarantenne romano, ha riportato una ferita di striscio lunga circa 15 centimetri sulla schiena. L’episodio si è verificato domenica scorsa a Bon Kai in una zona denominata Rama IV, un incrocio nelle vicinanze del presidio in cui sono asserragliati i manifestanti. Un punto focale della protesta in cui si concentrano gli scontri più accesi e violenti tra “camicie rosse” e forze di sicurezza. Secondo le ultime informazioni la ferita non desterebbe grosse preoccupazioni e il collega dovrebbe essere dimesso entro qualche giorno anche se al momento risulta ancora ricoverato.

Michelangelo Pipan, ambasciatore italiano a Bangkok, ha voluto accertarsi personalmente delle condizioni di Signori ed è andato a trovarlo in ospedale e riferisce: “Sta bene, gli abbiamo parlato, è tranquillo anche se ha una piccola ferita di striscio al fianco destro”.

Raggiunto dall’agenzia Ansa, Flavio Signori, ferito con buona probabilità da un cecchino dell’esercito, ha raccontato: “Stavo scattando delle foto nei pressi del presidio dei militari. Quando mi sono spostato dietro la barricata dei rossi sono stato colpito. Sono stato soccorso immediatamente dalle “camicie rosse”. Subito dopo essere stato ferito, alcuni di loro mi hanno caricato su una motocicletta e mi hanno portato al riparo dietro le loro barricate di pneumatici. Poi sono stato caricato su un’autoambulanza e in pochi minuti mi sono ritrovato qui all’ospedale Lerdsin che, per mia fortuna, dista solo alcuni chilometri da dove sono stato colpito. Sono stati davvero molto premurosi con me”.

A pochi giorni dalla chiusura del X Meeting dei Giornalisti del Mediterraneo in cui si è parlato con preoccupazione della sicurezza dei giornalisti nelle zone di guerra, emerge ancora una volta, in tutta la sua drammaticità la difficile e troppo spesso pericolosissima condizione di chi opera per garantire una corretta informazione.

Intanto a Bangkok, con la morte del generale Khattiya "Seh Daeng" Sawasdipol, leader della protesta delle “camicie rosse”, colpito alla testa da un cecchino, sale a trentacinque il numero delle vittime degli scontri di questi giorni. Scaduto proprio in queste ore l’ultimatum dato dal governo ai dimostranti, agli stranieri è stato vivamente consigliato di non uscire per le strade.

Nonostante gli scontri siano proseguiti anche se in tono minore, l’esercito thailandese non ha ancora attaccato la zona controllata dai “rossi”. Il mancato intervento è stato spiegato da Panitan Wattanayagorn, portavoce del primo ministro Abhisit Vejjajiva, il quale ha parlato di un lasso di tempo ulteriore, del quale non ha specificato la durata, per consentire lo sgombero della zona “rossa” nella quale restano asserragliate, secondo le autorità, ancora circa cinquemila persone.

In serata è arrivato un invito a cessare le ostilità: lo stesso capo carismatico delle “camicie rosse” Thaksin Shinawatra, deposto nel 2006 dopo un golpe militare e fuggito a Dubai per evitare l'arresto per corruzione, dal suo esilio volontario, ha invitato governo e manifestanti ad “allontanarsi dal bordo dell'abisso delle violenze e avviare un dialogo sincero e reale”.

Marco Mura

Ultimo aggiornamento Martedì 18 Maggio 2010 19:28
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia


Warning: file_get_contents(http://oiswww.eumetsat.org/IPPS/html/MSG/IMAGERY/IR108/COLOR/CENTRALEUROPE/index.htm) [function.file-get-contents]: failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.diario24notizie.com/home/modules/mod_weather/mod_weather.php on line 31
Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2020 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner