Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

Gli Stati Uniti chiedono aiuto contro la marea nera
Il 22 aprile scorso si è verificata un’esplosione a bordo di una piattaforma petrolifera nel Golfo del Messico, al largo delle coste della Louisiana. Al momento dello scoppio, a bordo della p…

"Non uccidete i nostri sogni", la storia di una bambina che a 11 anni vuole cambiare il mondo PDF Stampa E-mail
Speciali - Speciali
Scritto da Grazia Solinas   
Lunedì 05 Agosto 2013 11:15

Nada: la storia di una bambina che a undici anni vuole cambiare il mondo. YouTube: 340 mila visualizzazioni per il video della piccola Nada. Grandi occhi marroni e una maturità precoce nelle parole e nella voce della protagonista che, guardando dritto in camera, denuncia la triste realtà delle spose bambine nello Yemen. Il video, postato da un fotografo yemenita e tradotto in inglese dal Middle East Media Research Institute, in pochi giorni è passato dai media arabi ai pc di tutto il resto del mondo.

Dopo i saluti e ringraziamenti iniziali Nada ammette di essere scappata dalla casa dei genitori per andare a vivere con lo zio dopo che la sua famiglia aveva tentato di venderla ad un uomo che l'avrebbe sposata. "Che fine ha fatto l'innocenza dell'infanzia? Cos'hanno fatto di male le bambine?". Nada sa di essere stata fortunata, ma sa altrettanto bene che il suo è un caso isolato: "Alcune bambine non hanno la possibilità di risolvere questa situazione come ho fatto io e potrebbero morire o suicidarsi", continua nel video, "Può succedere a qualsiasi bambina: alcune si sono buttate in mare, ora sono morte. Non è normale che un bambino innocente faccia questo".
Una grande forza ed una estrema determinazione nella voglia di mandare avanti i propri sogni emergono dagli occhi e dalle parole di Nada. E sebbene la critica metta in dubbio il fatto che queste parole possano essere state scritte da un adulto, nulla toglie che ci troviamo di fronte ad una triste realtà: nell'era dellaglobalizzazione esistono ancora paesi in cui non è prevista un'età minima per il matrimonio, paesi in cui le complicazioni durante la gravidanza e nel parto sono la principale causa di decesso per le ragazze tra i 15 e i 19 anni.
Stephanie Sinclair, fotografa premio Pulitzer 2012 con i suoi viaggi alla scoperta della realtà delle spose bambine, in una intervista al National Geographic Afferma: "Nella maggior parte dei casi queste bambine non vogliono sposarsi. Vogliono una vita normale. Vogliono giocare con i loro amici, vogliono ricevere una educazione completa e avere una piena adolescenza." Un ragazzo di vent'anni che fa sesso con una bambina che ancora non è entrata nella fase della pubertà: come definiamo tutto ciò se in violenza minorile?
Povertà e tradizioni culturali sono le cause principali del fenomeno, un fenomeno che lascia dietro di se una striscia di di distruzione fatta di malattie e mortalità infantile. Ma la cosa peggiore di tutti questo, come afferma Nada, è che "Loro hanno ucciso i nostri sogni. Loro hanno ucciso tutto ciò che c'è dentro di noi".


http://m.youtube.com/?reload=2&rdm=tu4171r#/watch?v=TDh2fF4ccwI&desktop_uri=%2Fwatch%3Fv%3DTDh2fF4ccwI

 

L'orologio

Previsioni meteo Italia


Warning: file_get_contents(http://oiswww.eumetsat.org/IPPS/html/MSG/IMAGERY/IR108/COLOR/CENTRALEUROPE/index.htm) [function.file-get-contents]: failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.diario24notizie.com/home/modules/mod_weather/mod_weather.php on line 31
Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2019 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner