Ultime notizie

Con "In My Mind Tour" il jazz caraibico sbarca in Sardegna
Le sonorità del jazz e i ritmi caraibici s’incontrano per la prima volta in un nuovo progetto musicale made in Sardinia che fonde alla perfezione originalità del genere e orecchiabilità d…

Leggi tutto...



Le notizie

La mamma... è sempre la mamma
Come ogni anno, la seconda domenica di maggio, ricorre la festa della mamma. Dando un rapido sguardo all’impolverato dizionario di italiano, troviamo che la parola madre deriva dal latino mate…

Una panoramica di Valencia PDF Stampa E-mail
Speciali - Speciali
Scritto da Valentina Locci   
Mercoledì 04 Settembre 2013 00:00

Paella, parchi e cultura. Queste sono le parole che meglio descrivono l’essenza di Valencia, città iberica di circa 810000 abitanti, capoluogo della Comunità Valenzana, terza città della Spagna, dopo Madrid e Barcellona. Nella parte meridionale dell’area metropolitana, a ridosso del fiume Turia, si snoda la Città delle Arti e delle Scienze, un complesso architettonico che si estende per 350000 metri quadrati, costituito da quattro edifici, uno più particolare dell’altro, veri e propri capolavori dell’arte modernista, realizzati dal celebre architetto Santiago Calatrava.

La prima struttura che si incontra quando si accede alla Ciutat, è il Palazzo delle Arti Reina Sofia, un meraviglioso teatro dell’opera; subito dopo ci si imbatte nell’Hemisfèric, un cinema digitale in cui vengono proiettate pellicole cinematografiche. Segue l’Umbracle, una terrazza panoramica coperta, che per forma a dimensioni ricorda i giardini d’inverno. Procedendo il cammino all’interno della cittadella si incontra il Museo della Scienza Principe Felipe, qui sono esposte le principali novità scientifiche; un museo dotato di numerosi spazi interattivi, dov’è vietato non toccare, non sentire, non pensare. Penultimo edificio è l’Agorà, spazio multidisciplinare che accoglie eventi di diversa natura, e infine l’Oceanografic, l’acquario più grande d’Europa, che con i suoi 10 ettari di superficie, ospita 45000 animali di 500 specie differenti, che convivono in armonia. Osservare i leoni marini, assistere allo spettacolo dei delfini, percorrere i 70 metri longitudinali del “Tunnel dell’Oceano”, queste sono solo alcune delle attività che si possono svolgere in questo meraviglioso parco marino. Per stare sempre in contatto con gli animali, dall’altra parte della città si trova il Bioparco, uno degli zoo migliori del mondo. Qui si possono ammirare centinaia di specie animali, che vivono in habitat naturali perfettamente riprodotti e mutuati dal continente africano. Partendo dalla savana, successivamente ci si sposta verso gli ambienti umidi, il Madagascar e il bosco equatoriale. L’altro grande filone che caratterizza la città è quello dei parchi e dei giardini. Di primaria importanza sono i Giardini del Turia, che sorgono nell’antico letto dell’omonimo fiume, poi deviato per ragioni di sicurezza urbana. Altri polmoni verdi della città sono il Giardino botanico, i Giardini del Real, i Giardini de Monforte e il Parco della Cabecera. Di notevole rilevanza artistica e culturale è il centro storico, ricco di monumenti e luoghi di culto, a partire dalla Cattedrale e dalla Basilica della Vergine, e ancora il Palazzo de la Generalitat, il Mercato Centrale e la Lonja de la Seta, l’Estaciòn del Norte, principale stazione ferroviaria di Valencia, affiancata dalla Piazza dei Tori, che ospita il museo taurino. Le torri, de Serranos e de Quart, a testimoniare che in passato Valencia è stata una città fortificata e l’accesso poteva avvenire attraverso dodici ingressi. Fondamentali le Piazze de la Reina (della Regina), del Ayuntamineto (del Municipio), di Santa Catalina, cui è annessa l’omonima Chiesa, e la suggestiva Piazza Rotonda, cuore pulsante della vita cittadina. Altri edifici meritevoli di attenzione sono il Palacio de Correos (Palazzo delle Poste), il Palazzo della Musica, che ospita una intensa stagione concertistica e l’Università, da vedere anche la zona marittima- balneare della Malvarrosa. Dopo la visita al centro storico è d’obbligo fermarsi in una delle locande (o trattorie come le chiameremmo in Italia), che tempestano le strade della città, a gustare la paella valenciana, piatto tipico composto da riso, verdure e carne bianca (pollo o coniglio); diversa dalla tradizionale paella spagnola a base di frutti di mare, nota come paella de marisco. Altre pietanze caratteristiche sono l’Arroz Negro, riso al nero di seppia, e la Fideuà, ricetta simile alla paella ma realizzata con la pasta in sostituzione del riso. Successivamente ci si può rinfrescare con una Horchata, bevanda ottenuta dall’estratto di una pianta naturale, il tubero, (in spagnolo chufa), o con un’Agua de Valencia, a base di agrumi. Sempre presenti le tapas e il celeberrimo Jamòn Serrano, il prosciutto crudo particolarmente pregiato, prodotto tipico  e certificato a Valencia come nel resto della penisola iberica. Non resta che scoprire la movida valenzana addentrandosi nel Barrio del Carmen (Quartiere del Carmen), un pullulare di pub, cervecerie (birrerie), e tascas. Una città meravigliosa, Valencia, soleggiata, frenetica e allo stesso tempo rilassante; un viaggio adatto a persone di tutte le età, grandi e piccini, famiglie e comitive, coppie e single, un mondo nuovo tutto da scoprire nel cuore del Mediterraneo. Hasta Luego.

Ultimo aggiornamento Martedì 10 Settembre 2013 20:45
 

L'orologio

Previsioni meteo Italia


Warning: file_get_contents(http://oiswww.eumetsat.org/IPPS/html/MSG/IMAGERY/IR108/COLOR/CENTRALEUROPE/index.htm) [function.file-get-contents]: failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.diario24notizie.com/home/modules/mod_weather/mod_weather.php on line 31
Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2019 EUMETSAT

Copyright - www.passioneducati.com

Autenticazione

User:  Pass:        Forgot Password? Username?

Link consigliato

Banner

Link consigliato

Banner