I nuraghi di Torralba Stampa
Sardegna - Sardegna
Scritto da Andrea Governi   
Mercoledì 11 Aprile 2012 20:19

Il signor Augusto Mulas, agrotecnico di Ozieri  con una spiccata vena per l’archeologia, autore del libro “Ipotesi sull’utilizzo dei Nuraghi”, sostiene di aver fatto una scoperta straordinaria: l’allineamento dei Nuraghi di Torralba con la costellazione delle Pleiadi. La scoperta è frutto di studi appassionati sull’archeologia sarda e sulle ipotesi non ancora avvalorate dalla scienza ufficiale, ma che con forte probabilità saranno al più presto promosse  almeno a dottrina minoritaria, relative ad una cosmogonia intesa in termini diversi da quelli tradizionali.
Già dall’inizio della seconda metà del secolo appena trascorso diversi archeologi ed astronomi hanno sussurrato al mondo varie ipotesi di una storia dell’uomo che stride con quella che è la storia scritta sui libri fino ad oggi, ipotesi che per la loro diversità sono state relegate alle categorie della leggenda o del mistero.
Alcuni studiosi affermano che anche le Piramidi egiziane di Giza sono perfettamente allineate con la cintura di Orione, e molti monumenti megalitici del pianeta hanno coincidenze strutturali con il moto degli astri celesti.
Tutto questo ci deve, senza dubbio, far riflettere sul vero significato storico di costruzioni come i Nuraghi e le Piramidi, su quale ruolo abbiano giocato nel trascorrere dei secoli e se le teorie che gli hanno voluti come fortezze o tombe,debbano essere destituite di affidamento per abbracciare nuove tesi che stravolgerebbero il loro significato intrinseco.
Senza dubbio prima di sposare teorie nuove sarebbe opportuno risolvere importanti quesiti che attanagliano le menti di studiosi ed appassionati: che relazione esiste tra astri e monumenti megalitici? Per quale motivo i nostri progenitori hanno costruito opere talmente mastodontiche e perfette da porci il dubbio che essi stessi le abbiano potute costruire da soli?
Per il momento le pietre tacciono, ma sicuramente il mistero che racchiudono sarà rivelato prima o poi.