Anche a Cagliari il pullman arriva di notte Stampa
Sardegna - Sardegna
Scritto da Margherita Sanna   
Mercoledì 20 Giugno 2012 21:32

Domani in conferenza stampa verranno presentate le nuove linee ctm notturne. Finalmente anche Cagliari si dota di autobus per la notte, un servizio da tanti anni richiesto e mai attuato. Invece da questo week end partiranno le due linee: Notte Rossa e Blu Notte. La prima collegherà il Poetto al centro cittadino; la seconda invece, Blu Notte, percorrerà le vie del centro più affollate o zone solitamente per studenti (Via Roma, Largo Carlo Felice, Piazza Giovanni, Viale Ciusa, Via Is Mirrionis). Un servizio in fase sperimentale, che per ora coprirà solo i giorni del venerdì e sabato, per capire sia la risposta da parte degli utenti, sia la fattibilità reale del progetto. Cinque pullman verranno messi a disposizione, con una frequenza di mezz’ora, che copriranno la fascia oraria dalle 22 alle 4 del mattino. A bordo una guardia giurata per ogni pullman, per tutelare la sicurezza di passeggeri e autista. I biglietti saranno acquistabili direttamente sulla vettura al costo di 1,70 euro, oppure 1,20 euro per chi lo acquista nelle tradizionali rivendite. Il comitato di Urban Center a febbraio aveva sensibilizzato l’opinione pubblica e le istituzioni in maniera insolita: attraverso una “bufala”. Avevano scritto un articolo sull’imminente inserimento di autobus notturni a Cagliari, sollecitando i cittadini a inviare email di ringraziamento ai consiglieri comunali. Immediate erano state le reazioni: bel 500 email inviate ai consiglieri comunali, molti accessi e condivisioni del pezzo. L’articolo – poi dichiarato per quello che era- aveva raggiunto il suo scopo: portare alla luce un problema reale finora ignorato: il servizio di trasporto pubblico cittadino.

Oggi, dopo diversi mesi, quella provocazione è diventata realtà: Cagliari, in linea con tante realtà europee ed italiane, si dota di autobus notturni. La speranza è che questo servizio possa diventare permanente ed estendersi anche agli altri giorni della settimana. Intanto l’esperimento comporterà una spesa di 2100 euro al giorno.

Margherita Sanna

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 21 Giugno 2012 17:41