C.I.B.O. Come Ingannare Bluffare Ostacolare Stampa
Sardegna - Sardegna
Scritto da Sara Atzori   
Sabato 08 Febbraio 2014 20:01

Anoressia, Bulimia, Ortoressia, Drunkoressia: sono queste le malattie che l’Associazione "Voci dell’Anima" ha voluto portare all’attenzione delle persone, durante la manifestazione che ha avuto luogo l’8 e il 9 Febbraio 2014, in alcune piazze della città di Cagliari.

L’Associazione è l’unica completa a livello di iniziative concernenti tutti i diversi generi di Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA). L’attivismo e il sostegno di alcuni genitori, che vivono il dramma dei loro figli, sono frutto di anni di disperazione e difficoltà nel comprendere quale disagio nuoce i loro "piccoli". Ci vorrebbe una presenza sempre più attiva da parte dei genitori, che dovrebbero impegnarsi davanti alla crisi che attanaglia i ragazzi. Ci vorrebbe un sostegno sempre più forte da parte delle Istituzioni. Sarebbe necessario un Servizio Multidisciplinare, rappresentato da varie figure di specialisti. C’è un mancato riconoscimento di questi disturbi come malattie specifiche. Sfortunatamente, tali problemi degenerano, conducendo verso la conseguenza peggiore: la morte. I mass media non dovrebbero rappresentare delle "guide al contrario", creando dei modelli di persone che non corrispondo alla realtà. Quello che si genera è una distorsione della realtà.

L’Associazione appartiene a una Consulta Nazionale e, attualmente, è alle prese con l’organizzazione di una manifestazione fondamentale che si terrà il 15 Marzo 2014, la Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla contro i Disturbi del Comportamento Alimentare, durante la quale verrà proiettato un filmato, che presenta il problema che ogni giorno molti adolescenti sono costretti ad affrontare.

"Voci dell’anima" sono le voci di tutti: di chi vive il problema in prima persona e di chi sta loro accanto. Con l’esperienza si impara a stare in piedi.

Sara Atzori

Ultimo aggiornamento Domenica 09 Febbraio 2014 10:20