Il mango e le sue proprietà contro il cancro Stampa
Scienza - Scienza
Scritto da Denise Lai   
Mercoledì 24 Aprile 2013 00:00

Tra le tante varietà di frutta esotica c’è anche il mango, quello che, secondo uno studio clinico, avrebbe proprietà benefiche nel controllo dei livelli di zucchero nel sangue (glicemia). Secondo i ricercatori della Oklahoma State University, infatti, questo particolare frutto ricco di fibra, sali minerali e sostanze antiossidanti (polifenoli), ridurrebbe anche il rischio di infiammazione del corpo, fattore di rischio per diverse tipologie di malattie, tra le quali il cancro.


Secondo la dottoressa Edralin Lucas, Professore associato di Scienze Nutrizionali e coordinatrice della ricerca, “I risultati di questo studio supportano quello che abbiamo imparato in un nostro recente studio su modello animale, che ha trovato che il mango migliora la glicemia nei topi nutriti con una dieta ricca di grassi. Anche se il meccanismo con cui il mango esercita i suoi effetti merita ulteriori indagini, sappiamo che contiene una miscela complessa di composti polifenolici. La ricerca ha dimostrato che molte altre piante e i loro composti polifenolici, come gli isoflavoni della soia, l’epigallocatechina gallato del tè verde, e le proantocianidine da semi d’uva, hanno un effetto positivo sul tessuto adiposo”.

Per lo studio sono stati reclutati ben 20 adulti obesi, 11 maschi e 9 femmine, che per circa tre mesi hanno assunto 10 grammi di mango essiccato al giorno. Al termine sono stati misurati i livelli del sangue, scoprendo che questi erano decisamente meno elevati rispetto all’inizio del test.

I risultati sono stati presentati al Federation of American Societies for Experimental Biology (FASEB), svoltosi a Boston dal 20 al 24 aprile.

Insieme a questa è stata presentata un’altra ricerca, condotta dalla dottoressa Susanne Mertens-Talcott (Professore e Direttore di Ricerca), che ha voluto testare gli effetti dei polifenoli, presenti nel frutto, sulle cellule cancerose e non cancerose del seno.

Dai risultati condotti in laboratorio, i ricercatori sembrano ottimisti, ma prima di dichiarare eventuali certezze dovrà essere eseguito un test su pazienti umani.

Non solo gusto, dunque, per il mango, che ormai diventa il frutto esotico più studiato d’America.

Denise Lai

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 14 Giugno 2013 20:15