Famiglie numerose Stampa
Sociale - Sociale
Scritto da Sara Atzori   
Lunedì 15 Dicembre 2014 11:37

Quando due genitori non si accontentano di uno, due, tre figli, è perché desiderano avere una famiglia numerosa; desiderano dare un futuro a tante creature, frutto del loro amore. Questa scelta comporta dei vantaggi, ma anche degli svantaggi.

Nei periodi festivi regnano gioia, serenità e allegria. Si possono trascorrere delle giornate entusiasmanti. I ragazzi si divertono in modo spensierato. Si addobba un albero di Natale enorme, con tante luci e palline. Si prepara il presepe, decidendo insieme dove posizionare i personaggi. Le festività diventano momenti magici, in cui nessuno è solo, ma ognuno ha un suo "compagno di viaggio". Si riesce a insegnare i veri valori, come il rispetto, l’educazione, l’altruismo. Avere un fratello maggiore è un grande beneficio, perché qualche volta è un valido complice e perché la sua figura rappresenta il proprio domani e si impara precocemente ad affrontare i problemi che si presenteranno.

Una famiglia numerosa comporta anche i suoi svantaggi. Le spese sono tante tra cibo, studi, abbigliamento. Riuscire ad accontentare tutti è un’impresa ardua. Aumenta il costo della vita; ci si priva di una vita personale; se un solo lavoro non è sufficiente, deve essere accompagnato necessariamente da un altro. Il calore famigliare può trasformarsi improvvisamente in un gelo interiore. Quale potrebbe essere il futuro professionale per quei figli? Nella società attuale, è complicato che tutti riescano a trovare un lavoro. La crisi sta spazzando via tutto e non resta niente.

Negli anni passati, forse era probabile creare una famiglia numerosa, perché i principi della vita erano alla base di tutto. Ma oggigiorno, non è fattibile, perché il consumismo è alla base di tutto e non è semplice insegnare a un bambino che a molte cose deve rinunciare assolutamente.

Sara Atzori

Ultimo aggiornamento Sabato 27 Dicembre 2014 09:59