“Ludopark…10 piazze da giocare” Stampa
Sociale - Sociale
Scritto da Luisa Cocco   
Mercoledì 16 Febbraio 2011 10:15

Giochi di ieri, giochi di oggi: questo il segreto del successo di un’iniziativa come “Ludopark…10 piazze da giocare”, che dopo la fortunata edizione dello scorso anno si riconferma uno tra gli appuntamenti cittadini più attesi, non solo dai più piccoli. Dieci le piazze del centro storico di Cagliari che, fino a Giugno, si presteranno a turno al divertimento di grandi e piccini: un’occasione unica di incontro per recuperare quella dimensione del gioco all’aria aperta che i ritmi, spesso frenetici, della vita moderna ci hanno portato a dimenticare. Uno spazio e un tempo sicuramente più liberi, quelli tipici dei giochi di un tempo, di cui però sarebbe bene riappropriarsi per migliorare la qualità della vita dei nostri bambini. Il gioco, infatti, dovrebbe stimolarne la creatività e offrire la possibilità di socializzare ma oggi tutto questo sembra essere messo in secondo piano dalle fabbriche di giocattoli, più interessate alle logiche di mercato che a fini educativi. Sempre più individuali e passivi, i giochi elettronici della nuova era dunque non sembrano offrire nulla di più del semplice intrattenimento ed è contro tutto questo che nasce l’idea di Ludopark. Lontani dalle loro camerette, i bambini potranno finalmente riprendersi gli spazi aperti della città: la strada tornerà così ad essere il laboratorio dove sperimentare giochi vecchi e nuovi, proprio come una volta. Liberi dunque di giocare nel mondo e con il mondo.

La manifestazione, promossa dalla Circoscrizione 1 in collaborazione con l’Associazione Ephis, giunge sabato 19  e Domenica 20 Febbraio alla sua seconda tappa. Dopo la suggestiva cornice dei Giardini Pubblici, a fare da palcoscenico ad una scatenata folla di bambini sarà una delle piazze più belle del Centro Storico, quella di S.Eulalia, nel quartiere della Marina. Ad attenderli una tenda completa di giochi di società, bambole accessoriate, costruzioni e materiali per disegnare. Non mancheranno anche i giochi organizzati: dall’intramontabile Nascondino ai sempre classici Tiro alla Fune, Pincaro, Uno due Tre stella e Quattro cantoni, numerose saranno le prove di abilità. E per i più creativi verranno allestiti piccoli laboratori dove apprendere tutte le tecniche necessarie alla realizzazione di quaderni, erbarii, portafoto, segnalibri, candele colorate e tanto altro. Previste anche epiche gare a squadre con percorsi ad ostacoli, bandierina, staffetta, trono e direttore d’orchestra.

Creativi e ad alto contenuto sociale i giochi di una volta divertono ancora, dunque, come dimostra il numero di bambini che l’ultimo week end di Gennaio ha preso d’assedio i Giardini Pubblici della città e che aspetta trepidante il prossimo appuntamento. Una prova del fatto che per divertirsi, a volte, basta davvero poco come insegnano i giochi di un tempo. Partecipare è facilissimo: sarà sufficiente recarsi con i propri bambini il sabato pomeriggio e la domenica mattina presso una delle piazze indicate nel programma, dove saranno messi gratuitamente a disposizione della cittadinanza giocattoli e proposti giochi organizzati e attività di animazione. Tappe successive nelle piazze Carlo Alberto, Garibaldi, San Cosimo, Yenne e Orrù, al Bastione di Santa Caterina e in Piazza Salento. Gran finale in Piazza Yenne con uno spettacolo di burattini.

Luisa Cocco

Per informazioni gli interessati possono rivolgersi all’associazione Efys, all’indirizzo mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. o al numero telefonico 334 9608170

Ultimo aggiornamento Mercoledì 16 Febbraio 2011 19:39